Picchia la convivente, arrestato dalla Polizia

Picchia la convivente, arrestato dalla Polizia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 31 Agosto 2022, 12:12 - Ultimo aggiornamento: 22:23

Aggredisce e picchia la convivente al culmine di una lite, sotto gli occhi della figlia piccola. Per questo è stato arrestato dalla polizia. Il grave episodio è avvenuto l'altro giorno nel centro abitato di Taranto. In carcere è finito un tarantino di 42 anni che deve rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia.

L'intervento

I poliziotti della Squadra Volante sono intervenuti dopo la segnalazione di una accesa lite in famiglia alla centrale operativa della Questura. Al loro arrivo, gli agenti hanno trovato la vittima che li attendeva in strada. La donna ha raccontato in lacrime di essere stata assalita dal convivente al culmine di un diverbio. Il 42enne l’avrebbe anche colpita in faccia con un violento schiaffo e lei, per evitare che la situazione peggiorasse, aveva preferito scendere in strada e attendere i soccorsi. La donna, che presentava evidenti segni sul collo, ha chiesto agli agenti di allontanare il compagno dalla propria abitazione essendo lei l’unica intestataria del contratto di affitto dell’immobile in cui vivono.

L'arresto

Ai poliziotti che lo hanno raggiunto in casa, il 42enne ha spiegato di essere lui l’aggredito, sebbene non presentasse segni di percosse. Gli agenti hanno invitato l’uomo ad allontanarsi dall’appartamento, mentre la bambina della coppia è stata affidata alla madre. A seguito della denuncia formalizzata dalla donna e della rapida attività di indagine che ne è scaturita, il gip ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere che è stata eseguita dalla Polizia. Il 42enne, infatti, è stato arrestato e condotto in carcere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA