Petardo sul tetto, cede il soffitto della scuola

Sabato 12 Gennaio 2019
Il soffitto della scuola
Un petardo ha lesionato il tetto. La pioggia e la neve dei giorni scorsi ha fatto il resto. Con il soffitto della scuola Gabelli che ha ceduto all'impovviso. Fortunatamente in una zona che era già stata isolata in ragione di quelle infiltrazioni. L'allarme è scattata alla scuola Gabelli dopo quel grosso petardo lanciato nella notte di San Silvestro proprio sul tetto dell'istituto. L'esplosione ha provocato una lesione che ha innescato il problema delle infiltrazioni e il conseguente cedimento.
I tecnici del Comune di Taranto, peraltro, da questa mattina sono al lavoro per quantificare i danni provocati dall'esplosione sul tetto di una delle aule della scuola “Gabelli”, nel quartiere Tamburi.

"Il cedimento di parte del controsoffitto - hanno spiegato dal Comune - non ha avuto conseguenze poiché già mercoledì il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo ”Galileo Galilei”, cui il plesso “Gabelli” appartiene, aveva interdetto l’uso dell’aula avendo individuato un’ampia macchia di umido".
"Contemporaneamente – ha spiegato l’assessore Motolese – il professor Vincenzo Tavella aveva allertato le strutture comunali competenti, Patrimonio e Lavori Pubblici".
La causa del danneggiamento è stata immediatamente chiara, anche perché l’esplosione ha coinvolto altre suppellettili come un lampione del giardino adiacente. È stato lo squarcio provocato nel tetto dall’ordigno, insomma, a consentire all’acqua piovana di infiltrarsi e inzuppare il controsoffitto, provocando il successivo cedimento di una parte.

«Nessun problema con i lavori di manutenzione e nessuna omessa vigilanza – ha concluso l’assessore –, si è trattato di un atto vandalico verso il quale non possiamo che esprimere tutto il nostro sdegno. Lavoreremo per rendere fruibile l’aula al più presto».
  Ultimo aggiornamento: 13:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA