Non si fermano all'alt, bloccati dopo un inseguimento di 60 chilometri

Mercoledì 4 Dicembre 2019
Foto di repertorio
Alla vista della paletta dei carabinieri non si sono fermati. E hanno accelerato cercando di fuggire. Da quel momento è scattato un rocambolesco inseguimento concluso, dopo una folle corsa di oltre sessanta chilometri, con un arresto e una denuncia a piede libero. Nella tarda serata di ieri i carabinieri del nucleo Radiomobile di Taranto, hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale un 23enne incensurato della provincia di Potenza.
I militari hanno intimato l'alt ad un’Audi A4 Station Wagon di colore scuro ma il conducente non si è fermato ed ha aumentato l'andatura. Da quel punto è iniziato un inseguimento prima in città e poi sulla statale 106.
L'auto è stata costretta a fermarsi dopo una corsa di oltre sessanta chilometri all'altezza dell'uscita di Ginosa quando si è trovata la strada sbarrata da un posto di blocco dei carabinieri della stazione della cittadina.
I due uomini a bordo della macchina hanno tentato di fuggire a piedi ma sono stati fermati. Il conducente è stato arrestato mentre il passeggero è stato denunciato a piede libero. 
  Ultimo aggiornamento: 13:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA