Non si ferma all'alt. Preso dopo uno spericolato inseguimento

Non si ferma all'alt. Preso dopo uno spericolato inseguimento
2 Minuti di Lettura
Sabato 18 Gennaio 2020, 20:36
Non si è fermato all'alt dei carabinieri. Anzi, alla vista dei militari, ha premuto sul pedale dell'acceleratore tentando la fuga. I militari, però, si sono lanciati all'inseguimento e sono riusciti a bloccare il fuggitivo in auto dopo uno spericolato inseguimento andato avanti per oltre trenta minuti. Così per il giovane, un diciottenne tarantino incensurato, è scattato l'arresto con le contestazioni di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e lesioni.
Tutto è cominciato venerdì sera nella contrada di Lama quando una pattuglia ha notato una vettura a fari spenti. I militari si sono insospettiti e si sono avvicinati per un controllo. A quel punto, il ragazzo al volante ha accelerato tentando la fuga. I carabinieri sono balzati in macchina e hanno cominciato a tallonarlo chiedendo l'intervento di altre pattuglie. E' partito un inseguimento ad alta velocità che è continuato anche in città, tra manovre spericolate, tamponamenti e rischi per i pedoni. In centr,o il giovane è rimasto bloccato tra le auto e si è dovuto fermare. Quando i militari si sono nuovamente avvicinati è ripartito in retromarcia rischiando di travolgere due carabinieri. La sua corsa è finita contro altre macchine in sosta. Il diciottenne è stato arrestato e nelle prossime ore comparirà dinanzi al gip per l'udienza di convalida. Durante il confronto con il giudice avrà modo di chiarire i motivi di quella fuga a tutta velocità.
© RIPRODUZIONE RISERVATA