«Fatemi passare, devo entrare in casa», ma i ragazzini sulle scale lo prendono a pugni

Martedì 7 Luglio 2020 di Massimiliano MARTUCCI
Calci e pugni da un gruppo di ragazzini perché aveva chiesto di poter salire a casa sua. È successo nella notte tra sabato e domenica, in vico I Cirillo, nel centro storico di Martina Franca, intorno all'una di notte. Marito e moglie tornavano a casa dopo un compleanno in famiglia: sui gradini di casa un gruppo di ragazzini che beveva. L'uomo, un sessantenne, chiede di poter passare, e anche di pulire dalle bottiglie e dai bicchieri vuoti.

Movida far west, liti e schiamazzi: anziana residente colta da malore

Improvvisamente la violenza. Questo grave episodio si inserisce in un dibattito sul tema della movida molesta che da tempo infiamma Martina Franca. Ad innescarlo le sconcertanti immagini delle bottiglie vuote abbandonate addirittura sui gradini della Basilica. Le soluzioni adottate dall'Amministrazione comunale sembrano insufficienti: «Questa mattina sono addirittura arrivati in sei a pulire il vicolo» commenta una vicina, «ma tra una settimana tutti si saranno dimenticati di noi».
  Ultimo aggiornamento: 8 Luglio, 08:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA