Taranto, incendiata l'auto dell'assessore. Inutile intervento dei vigili del fuoco

Taranto, incendiata l'auto dell'assessore. Inutile intervento dei vigili del fuoco
di Antonello Giovanni PICCOLO
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Marzo 2022, 18:09

Le fiamme avvolgono e distruggono l'auto dell'assessore. E' accaduto questa notte a Palagianello, comune in provincia di Taranto. L'auto dell'amministratore era parcheggiata nei pressi della sua abitazione. Inutile l'intervento dei vigili del fuoco: l'auto è stata cimpletamente distrutta.

Le dichiarazioni dell'amministratore 

«Ci sono tre tipi di persone in questo mondo, le pecore i lupi e i cani pastore. Io da sempre ho scelto di essere un cane pastore per difendere le pecore dalla tirannia dei lupi». Sono le parole dell’assessore con deleghe alla Polizia locale, attività produttive e patrimonio del Comune di Palagianello, Vincenzo Difonzo, la cui Alfa Giulia - parcheggiata nei pressi della sua abitazione - l’altra notte è stata distrutta dalle fiamme.

A fuoco l'auto dell'assessore nel Tarantino, la rabbia del sindaco: «Delinquenti»

«Questo vile atto – ha aggiunto - mi rende ancora più forte, mi fa capire che la strada è quella giusta. La lamiera di una macchina si può piegare, si può bruciare, ma l’anima e il mio credo, non si piegheranno e non si bruceranno mai». Con queste parole Difonzo, attraverso i social, ha voluto esprimere un “grazie di cuore” a tutti, per la grande solidarietà. «La nostra Palagianello – ha rimarcato Difonzo – non merita questo e soprattutto non è questo. Viva Palagianello, viva la legalità, viva la giustizia». Per fare luce sull’esatta circostanza ed eventuali responsabilità del rogo, in Città si confida nel lavoro d’indagine dei carabinieri.

Monte Sant'Angelo, incendiata l'auto dell'assessore: attentato nella notte. Il secondo in pochi anni. Emiliano: «Intervenga lo Stato»

La solidarietà del sindaco

Ad ogni modo è un evento che non può passare inosservato. Appresa la triste notizia, ieri mattina, il sindaco di Palagianello Maria Rosaria Borracci ha subito espresso vicinanza al suo assessore. «Come primo cittadino di Palagianello ed amica del nostro Vincenzo, esprimo la mia amarezza, il mio totale disappunto nei confronti di un episodio che nulla ha a che vedere con la nostra comunità. Una comunità solidale, leale, umana e laboriosa. Devo ammetterlo: in questo periodo parliamo tanto di pace e solidarietà ma poi, purtroppo, siamo costretti a registrare e commentare episodi spregevoli come questo. Forse è arrivato davvero il momento di fare tutti un passo indietro e vivere in modo più sereno la nostra quotidianità. A Vincenzo Difonzo ha concluso il sindaco - piena solidarietà da parte mia, di tutta la mia maggioranza e della Palagianello che vive e continuerà a vivere sempre nella legalità».

Intanto, per questo pomeriggio alle 17,30, il presidente del consiglio comunale Antonio Coriglione ha inteso riunire d’urgenza la massima assise cittadina, nell’aula consiliare Katia Stasolla, per discutere sul punto “evento doloso in danno di un amministratore locale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA