Sventa un agguato in azienda: imprenditore ferito a colpi di pistola

Martedì 7 Aprile 2020
Il furgone della vittima distrutto dalle fiamme
Ha sorpreso il commando che stava per bruciargli i mezzi della sua impresa. E a quel punto è intervenuto per mettere in fuga i malviventi. Ma uno dei delinquenti ha estratto una pistola e ha fatto fuoco, ferendolo ad una gamba. Poi con un complice si è dato alla fuga lasciando il malcapitato riverso sul selciato. Il drammatico episodio si è verificato a Carosino, in provincia di Taranto. Un uomo incappucciato, ieri sera, si è avvicinato con una tanica di benzina alla vettura e al furgone del titolare di una una impresa di pompe funebri. Mentre spargeva il liquido infiammabile sui mezzi, però, è stato notato dall'imprenditore attraverso le telecamere di sicurezza.

La vittima a quel punto si è precipitata all'esterno, mentre l'attentatore appiccava le fiamme. Il malvivente si è dato alla fuga e una volta giunto nei pressi della macchina condotta dal complice ha fatto fuoco con una pistola contro l'imprenditore che era alle sue calcagna. Ha premuto il grilletto diverse volte centrando l'uomo con un colpo alla gamba sinistra. Il malcapitato si è accasciato al suolo, ferito fortunatamente in maniera non grave, mentre il commando fuggiva a tutta velocità. Subito è scattato l'allarme e sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di San Giorgio Jonico, del reparto operativo del comando provinciale e della compagnia di Martina Franca, oltre ai vigili del fuoco che hanno domato le fiamme che hanno danneggiato il furgone dell'agenzia di pompe funebri.

La vittima è stata soccorsa e condotta all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, dove è ricoverata. I carabinieri invece hanno subito avviato le indagini per decifrare l'episodio e dare un volto ai due uomini del commando che ha agito ieri sera a Carosino. 
  Ultimo aggiornamento: 14:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA