Taranto, ex Ilva: in legge Bilancio 19 milioni per integrazione salariale

Giovedì 25 Novembre 2021
Taranto, ex Ilva: in legge Bilancio 19 milioni per integrazione salariale

I dipendenti di Ilva in amministrazione straordinaria (circa 1600, tutti in cassa integrazione straordinaria da fine 2018 è prevalentemente concentrati a Taranto) avranno anche nel 2022 l’integrazione economica del trattamento di cassa. Lo ha riferito Mario Turco, senatore eletto a Taranto e vice presidente M5s. “Il fondo da 24 milioni creato nel 2016 a tutela l'integrità salariale e della riqualificazione degli ex dipendenti Ilva verrà prorogato al 2022 nel limite di spesa di 19 milioni”, ha spiegato Turco.

Si tratta, aggiunge l’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel Governo Conte II, di “un ulteriore sostegno alle sofferenze dei lavoratori ex Ilva, che da anni attendono il rispetto dei loro diritti a partire da quello al lavoro”. La misura di rifinanziamento in questione è nella legge di bilancio, all’articolo 31, comma 7, e “consentirà agli ex dipendenti Ilva - rileva Turco - di poter godere pienamente del trattamento di cassa integrazione guadagni straordinaria, grazie al rifinanziamento del fondo per un massimo di spesa di 19 milioni di euro, che si aggiungono ai 24 già stanziati nel DL 243/2016 già prorogato per ogni anno fino al 2021”.

I dipendenti di Ilva in amministrazione straordinaria sono quelli che nel novembre 2018, all’atto del subentro, ArcelorMittal non ha assunto dalla stessa Ilva e sono rimasti così in cassa integrazione straordinaria a zero ore.

Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA