Il materasso prende fuoco, salvato un clochard

Il materasso prende fuoco, salvato un clochard
Si era rifugiato per la notte all’interno del vecchio deposito di un negozio di corso Umberto chiuso da tempo. E per difendersi dal freddo delle ore notturne aveva acceso una vecchia stufetta a pochi centimetri dal materasso che usava come giaciglio. In pochi minuti si è addormentato, con il suo fedele cagnolino accucciato vicino ai piedi.
Quel letto di fortuna, però, all’improvviso ha preso fuoco e per l’uomo, un clochard ventenne di nazionalità ucraina, sono stati davvero momenti di terrore. Con le fiamme e il fumo che hanno invaso il piccolo locale nel quale si era adattato per trascorrere la notte. Ad innescare la prima scintilla, forse, proprio il cagnolino che si è avvicinato troppo alla stufetta, sino a bruciarsi il pelo. Così il rogo è divampato e il ragazzo ha cercato subito di mettersi in salvo insieme al suo piccolo amico.
Fortunatamente le fiamme che uscivano dalla saracinesca abbassata sono state notate da un passante che ha lanciato l’allarme alla centrale dei vigili del fuoco.
  E sul posto, nel giro di pochi minuti, è piombato un equipaggio dei pompieri. I vigili del fuoco sono subito entrati in azione e sono riusciti a circoscrivere le fiamme sino a domare il rogo che nel frattempo si era propagato all’intero locale. Hanno subito soccorso lo sfortunato clochard che è stato consegnato alle cure dei medici del 118.
L’uomo è stato condotto di corsa al Santissima Annunziata per un principio di intossicazione da fumo. È stato medicato e per lui, fortunatamente, oltre alla grande paura conseguenze contenute rispetto a quello che poteva succedere.
Sul luogo dell’incendio, come si diceva, i vigili del fuoco hanno provveduto a spegnere le fiamme che hanno pesantemente danneggiato il locale, ma anche una vettura che era parcheggiata in strada, proprio dinanzi alla saracinesca del deposito nel quale ha preso fuoco il materasso utilizzato come giaciglio dal senza tetto straniero.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 9 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:05