Il Covid cambia la tradizione dei Riti: i Perdoni non saranno scalzi

Lunedì 15 Marzo 2021
Copie di "perdoni" durante il pellegrinaggio

I Perdoni non si muoveranno a piedi nudi, ma con delle calze di protezione per evitare rischi legati al Covid. Così la Pandemia cambia anche la tradizione dei Riti della Settimana Santa di Taranto.

I confratelli del Carmine che nel pomeriggio del Giovedì Santo si recano, a piedi nudi, con il volto coperto dal cappuccio  e con la tradizionale andatura molto lenta, nelle chiese della città per la preghiera dinanzi ai sepolcri, quest'anno non saranno scalzi. Ed è la prima volta che accade nella storia centenaria dei famosissimi Riti di Taranto. Non ci sarà il pellegrinaggio nelle strade, ma sarà solo all'interno delle chiese, così come non si svolgerà la processione dei "Misteri" del Venerdì Santo.

I "Perdoni indosseranno opportune protezioni, calze modello fantasmino color carne con soletta interna" - ha comunicato il priore dell’arciconfraternita del Carmine Antonello Papalia, nella lettera con le istruzioni diramata in vista della oramai imminente Settimana Santa.

“In presenza di motivi sanitari - spiega il priore - potranno indossare le calze e le scarpe del nostro abito di rito”. Il programma prevede alcune aperture con il pellegrinaggio solo all'interno delle chiese, con coppie di Perdoni prestabilite, mentre lo scorso anno Giovedi e Venerdì Santo le chiese a Taranto furono chiuse e ci furono solo alcune funzioni religiose diffuse in streaming.

Ultimo aggiornamento: 19:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA