Taranto, arrivano i fondi del Cis per recuperare mura aragonesi e ringhiera

Taranto, arrivano i fondi del Cis per recuperare mura aragonesi e ringhiera
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Settembre 2021, 20:19 - Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 11:16

Saranno restaurate le mura aragonesi e la ringhiera dell'intero tratto di Corso Vittorio Emanuele II a Taranto. I finanziamenti arrivano dal Governo grazie ai Fondi Cipe stanziati nell'ambito del Cis, il Contratto istituzionale di sviluppo. 

I finanziamenti del governo centrale

«Un'altra misura del Governo Conte II va a buon fine. Nell'ambito del progetto integrato Taranto, Centro Storico del Mibact, che ha l'obiettivo di riqualificare il centro storico della città dei due mari, grazie anche all'attività dell'amministrazione comunale di Taranto, verrà finanziato un importante intervento di restauro relativo alle mura aragonesi che costeggiano la città vecchia, includendo tutta la ringhiera, cioè l'intero tratto di Corso Vittorio Emanuele II».

Ad annunciarlo è il senatore del Movimento 5 Stelle Mario Turco, ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio. «Questo - precisa - sarà possibile grazie ai fondi CIPE stanziati nell'ambito del Cis Taranto (Contratto istituzionale di sviluppo) dal vecchio Governo. Dei 90 milioni di euro totali già destinati al progetto di riqualificazione della città vecchia dal Cis, i primi 7 milioni saranno impiegati per la progettazione dell'intervento».

Un «importante investimento», conclude Turco, «che conferma ancora una volta il grande lavoro realizzato nel periodo in cui coordinavo il Cis da sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Programmazione Economica e agli Investimenti, per la rinascita di Taranto e per la tutela del suo patrimonio storico, culturale e architettonico. Anche grazie ai finanziamenti del Governo Conte II, Taranto può aspirare a un futuro diverso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA