Evasione fiscale, la Finanza mette sotto chiave beni per tre milioni di euro

Venerdì 18 Dicembre 2020

Sotto chiave beni per un valore di tre milioni di euro. Il provvedimento è stato eseguito dai militari della Tenenza di Castellaneta della Guardia di Finanza nei confronti di un’impresa con sede a Ginosa, operante nel settore del commercio all’ingrosso di frutta e ortaggi, e del suo rappresentante legale. Il sequestro è stato disposto dal gip del Tribunale di Taranto, ed è la conseguenza di una verifica fiscale conclusa lo scorso anno. Durante l'accertamento i militari hanno contestato alla società l'omessa dichiarazione al fisco, negli anni dal 2014 al 2018, di ricavi per 6 milioni e mezzo di euro ed un'evasione dell'Iva quantificata in circa un milione e mezzo di euro.

In particolare gli investigatori ritengono di aver individuato un articolato meccanismo fraudolento attraverso l’emissione e l’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti, la redazione di schede carburante materialmente false al fine di documentare rifornimenti mai avvenuti, la mancata conservazione della documentazione contabile, nonché la deduzione di costi privi dei requisiti di certezza ed inerenza. Dopo la denuncia del rappresentante legale dell’azienda per svariati reati tributari, è sopraggiunto dunque anche il provvedimento di sequestro di valore pari al totale delle imposte che si ritiene siano state evase.

Ultimo aggiornamento: 13:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA