Taranto, botte alla compagna in un parcheggio dopo la lite. Arrestato

Taranto, botte alla compagna in un parcheggio dopo la lite. Arrestato
2 Minuti di Lettura
Sabato 2 Aprile 2022, 11:06 - Ultimo aggiornamento: 11:19

Dopo una lite ha picchiato a calci e pugni la compagna nel parcheggio di un supermercato di Taranto. E le botte sono andate avanti nonostante l’intervento della guardia giurata in servizio nell’esercizio commerciale. Alla fine a fermarlo sono stati gli agenti della squadra Volante della Polizia.  I poliziotti, infatti, lo hanno bloccato e arrestato in flagranza di reato con la contestazione di maltrattamenti in famiglia. L’uomo, si tratta di un tarantino di quarant’anni, è stato condotto in carcere

L'aggressione

L'incredibile aggressione è avvenuta nel parcheggio di un supermercato di Taranto dinanzi a numerosi testimoni. Le urla disperate della vittima sono state udite da un vigilante che ha tentato di aiutarla, provando a fermare il compagno. Per tutta risposta il tarantino si è scagliato anche contro di lui. Poco dopo, quando sono arrivati i poliziotti, l'uomo ha assalito anche loro. Gli agenti, però, sono riusciti a fermarlo e bloccarlo.

I soccorsi

La malcapitata è stata soccorsa e medicata.  La donna, molto scossa e con evidenti segni sul volto, ha raccontato che il compagno già in passato l’aveva picchiata. Inoltre ha aggiunto che prima dell’aggressione era stata trascinata da quest’ultimo per diversi metri sull’asfalto, mentre cercava di recuperare le chiavi dell’auto. Il quarantenne è stato subito condotto in Questura dove è stato formalizzato l’arresto per maltrattamenti in famiglia. Per lui, su disposizione del pm di turno, si sono spalancate le porte del carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA