Arsenale di "botti" in casa, arrestato un pregiudicato

Giovedì 31 Dicembre 2020
I

Scovate in una casa del centro di Taranto quattrocento bombe carta pronte per essere vendute proprio alla vigilia di Capodanno. Nel mirino dei "Falchi" della Squadra Mobile di Taranto un appartamento della centralissima via Mazzini, usato come deposito da un tarantino di 36 anni, che è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione di materiale esplosivo. L'arsenale di petardi pericolosi era nascosto sul tramezzo dell'abitazione in cui gli agenti in borghese della Polizia hanno effettuato una perquisizione al termine di un servizio di appostamento. 

Sotto chiave più di 400 artifizi esplosivi artigianali  privi di qualsivoglia etichettatura, per un peso complessivo di 20 chili. Peraltro, il materiale esplodente rinvenuto, per qualità e quantità, detenuto in un palazzo condominiale, composto da circa 20 appartamenti, costituiva un grosso rischio. Tutto i botti ritrovati sono stati sequestrati e presi in consegna dall’Artificiere della Polizia per procedere alla distruzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA