Processioni, anteprima a Taranto con i confratelli nelle strade

Un momento della cerimonia
Un momento della cerimonia
2 Minuti di Lettura
Domenica 3 Aprile 2022, 20:47 - Ultimo aggiornamento: 21:43

Sono tornati nelle strade di Taranto dopo due anni di blocco imposti dalla pandemia. Protagonisti nel Borgo e in città vecchia i confratelli per l'appuntamento con la Via Crucis in attesa delle processioni dei Riti della Settimana Santa. Grande partecipazione popolare per l’ultima domenica di Quaresima che ha visto la confraternita dell’Addolorata svolgere in forma itinerante, lungo via Duomo, la Via Crucis, mentre quella del Carmine per la prima volta ha scelto la piazza antistante la chiesa per la rappresentazione.

Video

La piazza

La Via Crucis del Carmine, svolta in piazza, si è rivelata quasi un’anteprima della processione dei Misteri. I confratelli del Carmine hanno infatti effettuato l’adorazione della croce. A coppie, cappuccio calato sul volto, cappello poggiato sulla spalla, si sono incolonnati e inginocchiati per il rito. Tutti scalzi, impugnando la classica mazza bianca, con il corteo  aperto dalla troccola seguita dalla croce dei Misteri. 

La preparazione

Da domani, inoltre, si susseguiranno le iniziative preparatorie dei Riti. Appuntamento significativo alle 19 in San Domenico, in città vecchia, per la 48esima edizione del concerto “La Passione a Taranto” promosso dall’Addolorata. Si esibirà la fanfara dipartimentale del Comando Sud della Marina Militare diretta dal maestro luogotenente Michele Di Sabato. Il concerto sarà intervallato dalle riflessioni del vicario generale dell’arcidiocesi, monsignor Alessandro Greco. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA