Aggredita in gelateria da due clienti: le aveva rimproverate perché assaggiavano creme senza permesso

Aggredita in gelateria da due clienti: le aveva rimproverate perché assaggiavano creme senza permesso
3 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Aprile 2022, 18:14 - Ultimo aggiornamento: 23 Aprile, 07:46

Aggredita mentre lavora in gelateria da due clienti. Prima l'hanno chiamata "infame" poi l'hanno minacciata e le hanno lanciato un barattolo di crema alla nocciola da cinque chili colpendola in pieno viso. 

L'aggressione in gelateria

È accaduto, poco dopo la mezzanotte, il 12 aprile scorso in una gelateria del centro di Taranto. La 25enne era al lavoro quando sono entrate due donne, di circa 30 anni che hanno chiesto un cono gelato. Servite le due donne, la 25enne si è spostata nella sala laboratorio della gelateria e si è accorta che una delle due donne aveva fatto il giro del bancone e con il cucchiaino stava assaggiando alcune creme contenute in dei barattoli. La 25enne ha fatto notare che l'assaggio non era possibile soprattutto in tempi di covid. Le due clienti hanno reagito male e hanno iniziato ad insultarla e minacciarla: «Ti riempiamo di botte le avrebbero detto -, sappiamo che lavori qui e ti verremo a trovare tutte le sere».

Taranto, botte alla compagna in un parcheggio dopo la lite. Arrestato

La 25enne ha immediatamente avvisato il 113 provocando però una reazione ancora più violenta: una delle due clienti infatti le ha lanciato contro un barattolo di cinque chili di Nutella colpendola al viso in pieno viso mentre l’altra continuava a minacciarla dandole dell'infame. Non contente hanno raggiunto la 25enne che si era rifugiata nell'area personale e l'hanno strattonata e trascinata colpendola con calci e pugni lasciandola a terra dolorante. Sul posto, oltre alla polizia è intervenuta anche un'ambulanza del 118 che ha trasportato la 25enne in ospedale a causa delle ferite giudicate guaribili in 10 giorni. 

Covid, maxi rissa nel supermercato a Crema dopo il rimprovero ai clienti: «Mettete la mascherina». Video

La polizia, dopo la denuncia della 25enne, ha acquisito le immagini delle telecamere del locale per cercare di risalire all'identità delle due donne. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA