Scoperto un furbetto del reddito di cittadinanza: era titolare di un bar

Martedì 10 Dicembre 2019
Scoperto un furbetto del reddito di cittadinanza. I Carabinieri della Task Force, istituita dal Comando Provinciale e composta dai militari del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, dalla Stazione di Montemesola e del Nucleo Ispettorato del Lavoro CC di Taranto, hanno denunciato un 41enne di Montemesola, ritenuto responsabile della violazione della normativa sulla percezione del reddito di cittadinanza e di quella in materia di sicurezza sul lavoro.

Reddito di cittadinanza per extracomunitari: si sblocca procedura, previsti gli arretrati
Reddito di cittadinanza, “escluso” chi è nato in Svizzera: «Non è italiano»
Reddito di cittadinanza e lavoro nero: nel supermarket scoperti 9 irregolari su 10

I militari hanno accertato che l’uomo, in qualità di titolare di un bar, al fine di evitare la revoca o la riduzione del reddito di cittadinanza, aveva omesso di comunicare all’Inps - quale ente erogatore del citato beneficio – l’avvio della gestione dell'esercizio commerciale, e aveva inoltre impiegato alle sue dipendenze un operaio senza un regolare contratto di assunzione, in favore del quale aveva anche omesso di fornire i dispositivi di protezione individuale,  di avviare il protocollo di sorveglianza sanitaria e la prevista formazione in materia di sicurezza sul lavoro. All’uomo sono state inoltre comminate sanzioni penali ed amministrative per 86.500 euro.
 
 
  Ultimo aggiornamento: 12:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA