Sclerosi multipla: a Taranto arriva la somministrazione del nuovo farmaco Kesimpta

Sclerosi multipla: a Taranto arriva la somministrazione del nuovo farmaco Kesimpta
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Dicembre 2022, 21:15 - Ultimo aggiornamento: 21:16

Anche a Taranto, nel Day service per la sclerosi multipla, che afferisce alla struttura complessa di neurologia dell'ospedale SS. Annunziata, è possibile la somministrazione del farmaco "Kesimpta", un anticorpo monoclonale per la terapia della sclerosi multipla recidivante remittente attiva.

Approvato dall'Aifa nei primi mesi del 2022, l'ofatumumab - è questo il nome del principio attivo - è diretto contro un sottogruppo di globuli bianchi, le cellule B, che svolgono un ruolo essenziale nella sclerosi multipla in quanto attaccano le guaine di protezione intorno ai nervi nel cervello e nel midollo spinale, provocando infiammazione e danneggiandoli.

Come agisce

Agendo specificamente sulle cellule B, Kesimpta contribuisce a ridurne l'attività, alleviando di conseguenza i sintomi o rallentando il peggioramento della malattia. «Continua il nostro lavoro - ha affermato Gregorio Colacicco, direttore generale della Asl di Taranto - per poter fornire ai nostri pazienti le cure più avanzate. Facciamo il possibile per risparmiare loro il disagio di spostarsi in altre città».

Kesimpta fa parte della tipologia di farmaci "Dmd" modificanti la malattia, ovvero che lavorano su diverse parti del sistema immunitario per ridurre l'infiammazione causata dalla sclerosi multipla alle cellule nervose nel cervello e nel midollo spinale e, in questo modo, cercare di ridurre il numero e la gravità delle ricadute e l'accumulo di disabilità. «Kesimpta - spiega infine l'Azienda sanitaria locale - è il primo tra i farmaci che fanno parte delle nuove terapie ad alta efficacia somministrabile per via sottocutanea in regime di day hospital».

© RIPRODUZIONE RISERVATA