Consiglio provinciale, vince il centrosinistra (50,8%) ma il conteggio dei seggi è 6-6

Giovedì 13 Gennaio 2022

Vince il centrosinistra ma il ricalcolo del voto ponderato corregge la prima proiezione di 7 consiglieri a 5 nel nuovo consiglio provinciale di Taranto e sancisce il definito 6-6. E' questo il risultato delle elezioni che si sono svolte ieri a Taranto.

Il voto

Due le liste presentate: "Terra Ionica (centrosinistra, M5S e civici), che ha ottenuto 48.290 voti ponderati (50,8%), e Progetto Comune (centrodestra e civici), che ne ha ottenuti 46.767 (49,2%); eletti sei consiglieri provinciali per lista. Gli eletti per "Terra Ionica" sono: Aurelio Marangella, consigliere di Grottaglie; Vito Parisi, sindaco di Ginosa; Franco Andrioli, sindaco di Statte; Gregorio Pecoraro, sindaco di Manduria; Paolo Lepore, consigliere di Massafra; Anna Filippetti, consigliera di Laterza. I consiglieri eletti per "Progetto Comune", invece, sono: Marco Natale, consigliere di Palagianello; Alfredo Longo, sindaco di Maruggio; Vito Punzi, consigliere di Montemesola; Roberto Puglia, consigliere di Manduria; Maria Giovanna Galatone, consigliera di Palagianello; Angelo De Lauro, consigliere di Lizzano. Rispetto ai 439 aventi diritto, hanno votato per il Consiglio in 426; 4 le schede nulle.

I 12 nuovi consiglieri provinciali che, come vuole la legge Delrio (2014) restano in carica due anni, non percepiscono indennità, approvano bilanci, regolamenti, piani e programmi e ogni altro atto sottoposto dal presidente. Il Presidente Giovanni Gugliotti, invece, resta in carica quattro anni; il rinnovo è previsto per il prossimo mese di ottobre. 

Ultimo aggiornamento: 18:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA