Per evitare il sequestro dell'autocarro lo cosparge si benzina: arrestato

Per evitare il sequestro dell'autocarro lo cosparge si benzina: arrestato
2 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Settembre 2022, 13:15 - Ultimo aggiornamento: 16:55

Per evitare il sequestro preventivo dell'autocarro in suo possesso, lo ha cosparso di liquido infiammabile e ha tentato di incendiarlo. È accaduto a Monteiasi, in provincia di Taranto, nel tardo pomeriggio di ieri. I carabinieri della Stazione di Grottaglie hanno arrestato un 43enne di Monteiasi per tentato incendio e resistenza a pubblico ufficiale. I militari, dovendo dare esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo d'urgenza emesso dall'autorità giudiziaria di Taranto, scaturito da una contesa giudiziaria e riguardante un autocarro in possesso dell'uomo, si sono recati nella sua abitazione, dove hanno rinvenuto sia il mezzo parcheggiato nella sua proprietà privata, sia l'uomo stesso a cui notificare il decreto.

Ma il 43enne, che non aveva alcuna intenzione di vedersi sequestrare il mezzo, in maniera fulminea, si è impossessato di una tanica di benzina di cui aveva la disponibilità, e ha iniziato a cospargere l'autocarro con il liquido infiammabile. I militari lo hanno bloccato, con non poca difficoltà, prima che riuscisse ad innescare l'incendio del mezzo con un accendino che stava prendendo dalla tasca dei pantaloni. Condotto quindi in caserma, il 43enne è stato arrestato per tentato incendio e resistenza a pubblico ufficiale, e in attesa della sua comparizione davanti al gip del tribunale per il giudizio di convalida dell'arresto, è stato portato nel carcere jonico su disposizione della Procura di Taranto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA