Mucca per la strada: motociclista si schianta e muore

Mucca per la strada: motociclista si schianta e muore
Una fatalità da lasciare increduli, una morte assurda nel pieno delle campagne tra Martina Franca e Noci, su un'arteria, oltretutto, che la vittima conosceva perfettamente. Donato Semeraro, 49enne di Martina Franca, ha perso la vita nelle primissime ore della mattina di ieri, attorno alle 7.30, a causa di uno scontro frontale tra la sua moto e un bovino che attraversava in quel momento l'arteria stradale, una strada che l'uomo conosceva perfettamente e che percorreva continuamente per andare a lavoro.
L'uomo, autista di mezzi per la distribuzione del gas a domicilio nelle abitazioni di campagna per conto di una ditta operante tra Martina Franca, Noci e Gioia del Colle, si stava recando al lavoro a bordo della sua moto, una Bmw 1000, percorrendo la strada Provinciale 59, che collega il territorio rurale a nord-ovest di Martina Franca nei pressi di contrada Carpari con l'abitato di Noci, quando per cause ancora in corso di accertamento il motoveicolo è andato a scontrarsi frontalmente con un bovino di grossa stazza che stava sostando o attraversando la carreggiata in quel momento.
L'impatto è avvenuto nei pressi dell'ingresso di masseria Masella, una delle aziende agricole più grandi di Martina Franca ma anche più antiche in quanto posta su una parte del sito archeologico di Badessa Monte del Forno, specializzata nell'allevamento di bovini di razza Limousine importati dalla Francia. Con tutta probabilità è proprio un esemplare di sesso femminile, e che pare fosse anche incinta, ad aver provocato con la sua presenza l'incidente mortale, impatto che oltre allo sfortunato centauro martinese è costato la vita anche al bovino, sbalzato circa una decina di metri più avanti dalla forza del colpo subìto da parte della moto.
Sul posto per i primi rilievi sono subito intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia di Martina Franca oltre al personale di Polizia Locale per gestire la viabilità e i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che accertare il decesso del Semeraro, probabilmente avvenuto sul colpo complice la forza d'urto dell'impatto, la rovinosa caduta al suolo ma anche lo stato del suo motoveicolo, completamente distrutto.
Sin da subito è stato grande il cordoglio di numerosi utenti che conoscevano la vittima per il suo lavoro che lo portava con frequenza in molte abitazioni dell'agro. Descritto come un infaticabile lavoratore ma anche come un uomo buono, persona disponibile e gentile, Semeraro pare sia stato tradito da un sorpasso. Tra coloro che lo conoscevano qualcuno ha infatti ipotizzato che l'attraversamento del bovino sia stato notato da una o due auto in transito sulla provinciale in direzione Noci che precedevano la moto della vittima e che le auto stesse abbiano inteso rallentare la marcia per consentire l'attraversamento al bovino o semplicemente per evitare un impatto con lo stesso, portando il Semeraro a superare le auto dalla corsia sinistra e incontrando tutto ad un tratto sulla propria strada il grosso esemplare di manzo, colpito in pieno e sbalzato in avanti.
Un'ipotesi tra tante che comunque sono al vaglio delle autorità, supportata però dal fatto che l'animale all'arrivo dei soccorsi giaceva esanime sulla corsia di sorpasso, corsia sulla quale pare abbastanza chiaro sia avvenuto l'impatto mortale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 19 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 20-07-2019 21:20