Morto don Mimino Quaranta, addio al cerimoniere del vescovo

Morto don Mimino Quaranta, addio al cerimoniere del vescovo
2 Minuti di Lettura
Domenica 25 Settembre 2022, 21:20 - Ultimo aggiornamento: 21:23

A causa di un improvviso malore, si è spento mons. Cosimo Quaranta, cerimoniere dell’arcivescovo e parroco della chiesa Santa Lucia di Taranto. Il sacerdote è stato ritrovato senza vita ieri nel suo letto. I funerali si svolgeranno con una doppia funzione religiosa: domani alle 11, nella chiesa di Santa Lucia (celebrati dall’arcivescovo, mons. Filippo Santoro), e nel pomeriggio, alle 17, nella chiesa madre di Carosino (celebrati dal vicario generale dell’arcidiocesi, mons. Alessandro Greco).

Per anni rettore di San Domenico

Don Mimino, così era conosciuto, era cardiopatico e qualche anno fa è stato sottoposto ad intervento al cuore. Era parroco da sette anni della chiesa Santa Lucia a Taranto, in via Millo, traversa delle vie Cesare Battisti e Generale Messina. Prima di assumere la guida della parrocchia di Santa Lucia, don Mimino è stato (dal 2002 al 2015) rettore della chiesa di San Domenico Maggiore, in città vecchia, e padre spirituale della confraternita dell’Addolorata e San Domenico.

Nato a San Giorgio Jonico il 27 marzo del 1961, don Mimino fu ordinato sacerdote nella chiesa madre di Carosino il 26 giugno 1986 dall’arcivescovo mons. Guglielmo Motolese. Successivamente è stato vicario parrocchiale alla Concattedrale, alla chiesa San Francesco De Geronimo ai Tamburi e poi parroco alla SS.Croce. Diversi gli incarichi ricoperti in Curia (vice cancelliere e delegato arcivescovile per le confraternite) e nell’ambito del Capitolo Metropolitano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA