Chiude in casa compagna e figlio neonato: arrestato 27enne

Giovedì 16 Luglio 2020
Ha picchiato la sua compagna, segregandola in casa con il figlio appena nato: per questo un 27enne di Martina Franca è stato arrestato dai carabinieri e posto ai domiciliari nell'abitazione dei genitori. I militari sono intervenuti in seguito alla richiesta di aiuto: nel primo pomeriggio di ieri una 21enne, in preda al panico, ha chiamato il numero di pronto intervento 112 per segnalare che il compagno 27enne, dopo averla picchiata, l'aveva segregata in casa con il figlio appena nato.
Una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri è stata inviata sul posto. Al loro arrivo i militari hanno trovato in casa la donna ed effettivamente non aveva la possibilità di uscire, in quanto il compagno si era allontanato portando con sé le chiavi dell'abitazione. I militari, con gli attrezzi in dotazione all'auto di servizio, hanno scardinato la porta e liberato la 21enne, che poi è stata accompagnata al Pronto Soccorso per le cure del caso. La vittima, dopo le cure dei sanitari e dopo aver acquisito fiducia nei militari, ha denunciato le angherie cui era sottoposta da circa un anno. I carabinieri, poi, hanno individuato il compagno violento e lo hanno perquisito trovandolo in possesso delle doppie chiavi dell'abitazione nonché delle tessere del reddito di cittadinanza e del bonus bebè che, pur intestate alla compagna, erano a suo uso esclusivo. Visto il carattere ripetutamente violento, il 27enne è stato arrestato e, su disposizione del pubblico ministero, è stato portato nell'abitazione dei genitori e sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Ultimo aggiornamento: 13:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA