Malore in campagna: trovato e salvato grazie a un cane

Mercoledì 4 Settembre 2019 di Gianluca CERESIO
Colto da malore in piena campagna si salva grazie al cane di un amico.
Il fatto si è verificato ieri mattina verso le 10.30 in contrada Padulone, in agro di Manduria. Un anziano agricoltore, l'80enne G. B., come è solito fare, si è recato verso le 6 del mattino in uno dei suoi fondi e, dopo avere parcheggiato l'auto sulla stradina di campagna, si è allontanato di circa 500 metri a piedi portando con sé attrezzi da lavoro su un carrellino a spinta.

Mentre era in campagna l'uomo è stato colto da improvviso malore e, a peggiorare la situazione hanno influito l'afa e il sole battente.
Ciò che è peggio, l'80enne aveva dimenticato il telefono cellulare in auto, pertanto era anche impossibilitato a chiamare i soccorsi.
Data la distanza dalla stradina, nessuno avrebbe neppure udito il proprio lamento che, al contrario, ha attirato l'attenzione di Falco, un meticcio di 4 anni, un volpino di proprietà di un suo amico che abita a poca distanza.
Il vispo cagnolino, guidato dal suo udito, si è recato sul posto dove si trovava l'anziano, a torso nudo e allo stremo delle forze sotto il sole cocente.

Il cane ha iniziato ad abbaiare per richiamare l'attenzione del proprio padrone.
È stato così possibile soccorrere l'imprudente 80enne che ha dovuto sottoporsi alle cure del pronto soccorso. Il malessere è stato provocato da un improvviso calo di pressione e disidratazione, dovuti anche a farmaci betabloccanti che l'anziano assume quotidianamente.
Per fortuna tutto si è risolto nel migliore dei modi, soprattutto grazie a Falco, senza il cui super udito l'uomo avrebbe rischiato davvero il peggio. Nel frattempo, è bene ricordare che, in particolare in queste giornate di caldo afoso, non è prudente per anziani e persone in terapia medica avventurarsi nei campi e sostare al sole, poiché ciò potrebbe causare danni irreversibili. © RIPRODUZIONE RISERVATA