Lite sfocia nel sangue: colpisce il rivale con una cesoia. Arrestato per tentato omicidio un 21enne

Mercoledì 12 Febbraio 2020
Ha colpito con una cesoia il rivale dopo una lite innescata da futili motivi. Un colpo che avrebbe potuto avere conseguenze più drammatiche. Per lui, dopo una rapida attività di indagine sono scattate le manette con la contestazione di tentato omicidio.
Sono stati i carabinieri della stazione di Ginosa, provincia di Taranto, ad arrestare uno straniero di 21 anni. Il suo arresto, come accennato, è arrivato a conclusione di una rapida attività d'indagine, condotta dai militari con la collaborazione della Polizia Locale di Ginosa.

Prima la lite, poi col bicchiere gli recide parte della giugulare: grave un 29enne

Nella rete un giovane di 21 anni, originario della Guinea, residente a Ginosa. Per lui oltre all'accusa di tentato omicidio è scattata anche quella di porto illegale di arma bianca.
Sarebbe stato lui, nel corso di una violenta lite, a colpire con una cesoia un altro straniero. Si tratta di un suo conoscente, di nazionalità rumena, di 33 anni, anche lui residente da tempo a Ginosa. Nel corso dell'accesa discussione, il 21enne ha afferrato la cesoia ed ha sferrato un violento colpo al rivale, colpendolo ad un braccio.

Il malcapitato è stato immediatamente soccorso e condotto all'ospedale san Pio di Castellaneta, dove i medici hanno provveduto a suturargli quel profondo taglio al braccio. Per lui tanta paura ed una prognosi di dieci giorni di guarigione. Sul grave episodio sono state subito avviate le indagini che hanno portato in poco tempo all'arresto dello straniero. Per lui si sono spalancate le porte del carcere di Taranto, in attesa di comparire dinanzi al giudice per l'udienza di convalida dell'arresto. Nel corso degli accertamenti, inoltre, i militari sono riusciti a recuperare anche l'arma utilizzata che è stata sottoposta a sequestro. © RIPRODUZIONE RISERVATA