In acqua ritrovata una lattina del 1984: così plastica e rifiuti stanno uccidendo il mare

In acqua ritrovata una lattina del 1984: così plastica e rifiuti stanno uccidendo il mare
La scoperta è al tempo stesso sensazionale e spaventosa. I volontari di Legambiente Maruggio hanno ritrovato insabbiata sulla spiaggia di Campomarino una lattina di Coca cola restituita dalle mareggiata. Di strano, e soprattutto preoccupante, c'è la data di scadenza di quella lattina: gennaio 1985. Vale a dire che quel rifiuto è rimasto in mare e poi sulla spiaggia per 34 anni ed ha continuato a inquinare per tutto quel periodo. Il presidente di Legambiente, Gianfranco Cipriani, spiega: "E' solo uno dei tanti esempi di rifiuti rinvenuti sulle nostre spiagge. Anni di osservazione del fragilissimo eco sistema che caratterizza le nostre spiagge, ci porta a sollecitare chiunque abbia a cuore il nostro ambiente naturale, ad attivarsi in maniera tale da preservarne il futuro. I rifiuti spiaggiati, in particolare durante le mareggiate invernali, devono essere subito rimossi dalla battigia, per molteplici motivi. Possono ritornare in mare alle successive mareggiate, e quindi complicarne il recupero, oppure stratificarsi sotto la sabbia accumulata dalle mareggiate stesse e riapparire, forse, dopo decenni come l'esempio della lattina del 1984”. Per questo domani i volontari di Legambiente si ritroveranno alle 10 in spiaggia presso il bar Eros a Campomarino per raccogliere plastica e rifiuti spiaggiati. "Un gesto d'amore e di esempio di grande importanza per tutti noi”.


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 26 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 18:37