Taranto, il volto di Alessandro Leogrande per l'ingresso della Biblioteca comunale

Lunedì 14 Settembre 2020
TARANTO - Sui muri dell'edificio che ospita la biblioteca comunale Acclavio, nel complesso Beni stabili di Taranto, che è stata sottoposta a interventi di riqualificazione e sarà inaugurata probabilmente ad ottobre, ora campeggia il volto di Alessandro Leogrande, scrittore e giornalista tarantino scomparso a 40 anni nel novembre del 2017. Il murale è stato realizzato dal writer Cosimo Caiaffa, in arte Cheone, nell'ambito del progetto T.R.U.St., Taranto Regeneretion Urban Street.

LEGGI ANCHE Taranto, Capossela legge Leogrande per il MarTa - VIDEO

Si tratta di un cantiere simbolo per l'amministrazione comunale, che ha recuperato le risorse attraverso il bando regionale «Community Library», circa 1,3 milioni per interventi edilizi e arredi. Nel pomeriggio di oggi il sindaco Rinaldo Melucci e il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano hanno fatto un sopralluogo per verificare l'andamento dei lavori e le ultime rifiniture, prima della riapertura della struttura e della porzione di piazza attigua, anch'essa completamente riqualificata. Al progetto T.R.U.St. partecipano anche gli artisti Tony Gallo, Uno, Alice Pasquini, Dimitris Taxis e Checkòs Art. Altri murales decorano il comprensorio popolare della case bianche del rione Paolo VI. Il progetto è coordinato dall'associazione Rublanum e curato in collaborazione col Comune di Taranto. © RIPRODUZIONE RISERVATA