Addio Angelo, pellegrinaggio per il saluto al “gigante buono”

Sabato 28 Dicembre 2019

È arrivata nel pomeriggio di ieri, accolta dai parenti e da numerosissimi amici e colleghi, la salma di Angelo Palmisano, il tarantino di 62 anni vittima di un incidente stradale avvenuto la mattina del 26 dicembre in provincia di Matera. La notte precedente aveva lavorato in un locale di Atena Lucana come addetto alla sicurezza con altri quattro colleghi rimasti feriti anche loro. Ad annunciare il suo arrivo è stata la figlia Rossana con un post pubblicato su Facebook. «La salma di mio padre Angelo Palmisano arriverà nella sua abitazione nel tardo pomeriggio, non è facile per noi famigliari superare e sopportare questa ennesima perdita», scrive la donna ricordando un altro terribile lutto patito dalla famiglia Palmisano, la perdita del fratello Carmine stroncato da un tumore.

Mercedes squarciata dal guard rail, un morto e quattro feriti Lutto nella movida tarantina: «Angelo, per sempre»

L'appartamento nel rione Salinella è stato meta ieri di persone che rendevano omaggio al «gigante buono» così come era conosciuto nel mondo delle guardie del corpo e della sicurezza. Tra i primi ad arrivare, i suoi colleghi della «Afs, agenzia investigativa e servizi di sicurezza» di cui Palmisano era responsabile. Numerosi anche gli organizzatori di eventi e spettacoli. Tra questi il manager Pasquale Imparato per il quale il body guard scomparso aveva curato la sicurezza in numerosi concerti. Non è certa ancora la dinamica dell'incidente. Chi guidava l'auto ha perso il controllo del mezzo uscendo fuori strada. Palmisano che era seduto sul sedile affianco al guidatore rimasto illeso, è stato colpito in pieno petto dal guardrail che si è praticamente infilato nella Mercedes Classe A. Ferita gravemente la ragazza che era seduta dietro di lui e ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale San Carlo di Potenza dove è stata trasportata a bordo di un elicottero del 118. Sono rimasti feriti in maniera non grave altri due colleghi di Palmisano, una ragazza e un uomo già dimessi dopo le cure. Secondo i sanitari che hanno prestato soccorso ai feriti, il 62enne è morto sul colpo.

La terribile notizia è arrivata in casa Palmisano già colpita da lutto per la perdita del figlio ancora giovane. I funerali si terranno questo pomeriggio, sabato 28 dicembre, alle 15, partendo dall'appartamento di via Lago di Bolsena palazzina Ch, mentre l'omelia sarà celebrata nella chiesa Santa Famiglia. Palmisano lascia la moglie Maria Anna Mosca e due figlie.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 13:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA