Evasione dal carcere di Foggia, presi due fuggiaschi: erano in provincia di Taranto

Mercoledì 11 Marzo 2020
Il percorso dei due evasi

La sezione operativa della Compagnia Carabinieri di Manduria ha rintracciato e tratto in arresto per evasione, due dei circa 60 detenuti che nella mattinata del 9 marzo si sono resi autori dell'evasione dal carcere di Foggia.

Il carcere a ferro e fuoco: si costituiscono tre dei detenuti evasi da Foggia
Dopo Bari e Brindisi, rivolta anche nel carcere di Foggia: venti evasi, altri trenta bloccati dalla polizia. Almeno un ferito

Si tratta di Alessio Scialpi, 25enne, di Manduria, che era stato arrestato per rapina aggravata in concorso ed Emmanuel Pellegrini, 38enne, di Matera, anch’egli in carcere per reati contro il patrimonio, nonché per crimini connessi con il traffico di stupefacenti.

Scialpi, originario di Manduria, si nascondeva in località “Specchiarica”, frazione balneare del Comune di Manduria. I carabinieri hanno setacciato l’intera area individuando un’abitazione estiva - sulla cui proprietà sono in corso accertamenti - all’interno della quale sono stati rintracciati i due fuggitivi, disarmati, che non hanno opposto resistenza all’arresto. Non sono ancora chiari i motivi per i quali Pellegrini, invece di dirigersi nel materano, sua terra d’origine, abbia invece preferito seguire Scialpi nel territorio jonico.

Permangono inoltre degli interrogativi su come i due soggetti abbiano raggiunto e scelto il loro nascondiglio. Dopo le formalità di rito sono stati portati nel carcere di Taranto.
 

Ultimo aggiornamento: 12:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA