Draghi punta sui porti del Mezzogiorno con 630 milioni di euro di risorse: c'è anche lo scalo di Taranto

Martedì 27 Aprile 2021
Draghi punta sui porti del Mezzogiorno con 630 milioni di euro di risorse: c'è anche lo scalo di Taranto

«Ci sono anche 630 milioni di interventi per le aree retroportuali industriali, comprese nelle zone economiche del Mezzogiorno che andranno ad incidere proprio sui principali nodi logistici e portuali del sud: TarantoNapoli e Gioia Tauro». Lo dice il premier Mario Draghi nella replica nell'Aula del Senato.

 

Le parole del premier

 

«Sarà importante evitare che i programmi straordinari al Sud siano compensati da una riduzione della spesa ordinaria. La prima lezione è però che il Sud non è stato discriminato: si potrà far meglio, rimediare a qualche mancanza, ma non c'è una discriminazione colpevole».

«La seconda lezione è che le risorse saranno sempre poche se uno non le usa. Per usarle certamente le riforme aiuteranno ma c'è una storica inerzia che non è colpevole ma si vede soprattutto nella fase di progettazione. Il governo ha previsto nel pnrr gruppi di lavoro che possono essere di aiuto in questa fase se graditi».

 

Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 12:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA