Aule dal Comune di Taranto per le scuole superiori: ecco dove

La scuola "Acanfora"
La scuola "Acanfora"
di Nicola SAMMALI
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Agosto 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 09:06

 Più aule per gli studenti delle scuole superiori di Taranto. Con la convenzione tra il Comune e la Provincia, per la regolamentazione degli spazi comunali occupati dalle scuole secondarie di secondo grado, l’amministrazione Melucci mette a disposizione i propri immobili per aumentare il numero di aule da destinare agli studenti.

Quattro scuole hanno fatto richiesta

Sarà così soddisfatta, per l’anno scolastico 2022-23, la richiesta di 52 aule in totale, più altri spazi, avanzate dagli istituti Battaglini, Vittorino da Feltre, Liside e Archimede. La procedura (eventualmente rinnovabile alla scadenza) risponde alla necessità di garantire agli alunni e alle loro famiglie, in previsione del nuovo anno scolastico, l’esercizio del diritto a una libera e consapevole scelta della scuola secondaria di secondo grado.

La cessione: ecco dove

Gli immobili di proprietà comunale che saranno destinati a questo scopo sono il plesso Acanfora e il plesso Dante Alighieri, entrambi in via Dante, e il plesso Foscolo (sede Falanto) di Talsano. «È volontà dell’amministrazione Melucci collaborare con le istituzioni e le realtà territoriali anche sopperendo alle loro momentanee carenze infrastrutturali. Ascoltarne le esigenze, e soddisfarle ove possibile, è il nostro modo per contribuire allo sviluppo della nostra comunità», ha spiegato l’assessore al Patrimonio Gianni Azzaro. Il Comune, su espressa volontà del sindaco Melucci, ha individuato le soluzioni per risolvere il problema degli spazi scolastici, anche per gli Istituti secondari di secondo grado di competenza della Provincia, in un’ottica di cooperazione Istituzionale «per il bene del territorio».

Come saranno distribuite

È stata quindi accolta la richiesta di utilizzo di 10 aule al primo piano del plesso Acanfora da parte del Liceo Scientifico Battaglini; 19 aule al secondo piano del plesso Acanfora da parte del Liceo Scienze Umane Vittorino da Feltre; 7 aule dell’Istituto comprensivo Dante Alighieri da parte dell’I.i.s.s. Liside; 16 aule scolastiche e altri spazi del plesso Foscolo (sede Falanto) da parte dell’I.i.s.s. Archimede. «Risulta fondamentale la programmazione dell’offerta formativa di tutte le Istituzioni scolastiche anche in fase di aggiornamento e pubblicazione del Ptof 2022/2025 che, oltre ad essere un documento strategico di progettualità scolastica, rappresenta uno strumento essenziale e trasparente di informazione e comunicazione scuola famiglia, soprattutto nella fase delle iscrizioni». Quindi «sussiste la necessità di garantire alle famiglie, in previsione del nuovo a.s. 2022/2023, l’esercizio del diritto ad una libera e consapevole scelta della scuola secondaria di secondo grado a cui iscrivere i propri figli, accedendo alle principali informazioni attinenti alla esatta ubicazione delle strutture scolastiche e della disponibilità di eventuali ulteriori sedi».

Già a fine 2021 è arrivata al Comune la richiesta da parte del dirigente scolastico del liceo scientifico Battaglini (Patrizia Arzeni) di prorogare la convenzione (già sottoscritta nel 2020 per l’anno scolastico 2020-21: su espressa volontà del sindaco Melucci, nel rispetto delle misure anti Covid-19 richieste dal ministero della Pubblica istruzione su parere del Comitato Tecnico Scientifico, veniva considerato come asset strategico “la continuità della didattica e della formazione”); il 23 febbraio di quest’anno è poi arrivata la comunicazione dall’Istituto comprensivo Europa-Alighieri (a firma del dirigente scolastico Marco Cesario) per la disponibilità all’utilizzo delle 10 aule al primo piano dell’Istituto Acanfora da parte del liceo Battaglini, consentendo la proroga della convenzione anche per l’anno scolastico 2022-23. Si tornerà sui banchi il 14 settembre. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA