Blue economy: progetto Taranto-Gabes per la promozione della cozza e del granchio blu

Blue economy: progetto Taranto-Gabes per la promozione della cozza e del granchio blu
2 Minuti di Lettura
Giovedì 22 Settembre 2022, 17:29 - Ultimo aggiornamento: 17:45

Un'agenzia per la promozione internazionale della cozza nera e del granchio blu è tra gli obiettivi del progetto "Best Tag-Blue Economy for the Sustainable Towns of Taranto And Gabes", iniziativa finanziata dalla Commissione Europea con 4 milioni di euro, attraverso la quale Taranto e Gabes, cittadina costiera della Tunisia tra i principali centri industriali del Paese, sono impegnate in una serie di azioni congiunte per stimolare la sostenibilità urbana attorno alla corretta gestione delle opportunità offerte dalla «blue economy» e dalla preservazione dell'ecosistema marittimo e costiero.

Il progetto

Domani a Taranto, nell'ambito della manifestazione Ego Festival, si svolgerà nel dehor del ristorante «Al Gatto Rosso» una conferenza stampa per illustrare i dettagli del progetto. Parteciperanno Massimo Lupis di Asset (Agenzia regionale Strategica) e il vicesindaco di Taranto, Fabrizio Manzulli, in collegamento video da Terra Madre, il salone di Slow Food a Torino.

Seguirà un cooking show con la preparazione di un piatto che esalti il connubio tra cozza nera di Taranto e granchio blu, frutto della collaborazione tra il cuoco tarantino Agostino Bartoli (resident chef del ristorante) e il cuoco tunisino Mounir Arem, executive del ristorante «Le Baroque» a Tunisi e da otto anni membro attivo della National Academy of Cuisine France. «L'agenzia internazionale per la promozione congiunta di cozza e granchio - ha commentato il vicesindaco Manzulli - avrà l'obiettivo di affermare i due prodotti congiunti nei menu dei ristoranti di tutti i Paesi del Mediterraneo». Complessivamente sono 18 le azioni del progetto «Best Tag» raggruppate in obiettivi specifici, tra le quali spiccano quelle dedicate alla sostenibilità ambientale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA