Blitz anti-assenteismo, controlli dei Nas in ospedale

Lunedì 29 Febbraio 2016 di Nazareno DINOI
Nella notte tra sabato 27 e domenica 28 febbraio, i carabinieri del Nas di Taranto hanno eseguito un blitz antiassenteismo nell’ospedale Marianna Giannuzzi. All’una e trenta, nove militari in borghese si sono presentati al pronto soccorso dove hanno iniziato a segnare le presenze. Con un dipendente che ha fatto da Cicerone, poi, i carabinieri hanno fatto il giro di tutti i reparti facendo irruzione nelle infermerie identificando infermieri e medici in servizio.

Non si conosce l’esito dei controlli per il quale bisognerà attendere qualche giorno.  
Gli investigatori dello speciale nucleo di sanità dell’Arma, confronteranno le presenze rilevate durante il blitz con quelle dei turni ufficiali forniti precedentemente dall’ufficio personale della Asl. Da indiscrezioni raccolte in ambienti medici, comunque, pare che l’esito sia stato negativo.

Non ha dubbi in proposito il consigliere regionale Giuseppe Turco che conosce bene quell’ambiente avendoci lavorato per diversi anni. «Metterei la mano sul fuoco sull’onesta e l’abnegazione del personale sanitario e tecnico del Marianna Giannuzzi», afferma Turco che pensa però a cosa sarebbe accaduto se qualcuno non fosse stato trovato al suo posto. «Non oso immaginare l’effetto che avrebbe avuto questo alla vigilia dell’approvazione del nuovo piano di riordino ospedaliero che proprio domani (oggi per chi legge, ndr) vedrà finalmente la luce».

L’esponente di Torricella, eletto nella lista del presidente, «Emiliano per la Puglia», si dice fiducioso anche sul futuro del Giannuzzi. «Il presidente e la giunta della Regione Puglia – dice – sapranno applicare i criteri stabiliti dal Dm 70 e dal patto di stabilità riconoscendo all’ospedale di Manduria lo status di primo livello essendo l’unica struttura in tutta la provincia jonica, oltre naturalmente allo stabilimento di Taranto Santissima Annunziata, ad avere le carte in regola per tale qualificazione».

L’inaspettata visita notturna dei carabinieri del Nas della scorsa notte si inquadra nell’ambito dei controlli specifici sul settore sanitario partiti dalla provincia di Lecce dove ci sono stati già i primi provvedimenti contro l’assenteismo in corsia. E’ di una settimana, infatti, la notizia del licenziamento di cinque dipendenti tra infermieri e tecnici della Asl di Lecce e l’allontanamento senza stipendio di un direttore di reparto e un altro ospedaliero. 
Oltre all’ospedale di Manduria i Nas di Taranto, sempre nella notte tra sabato e domenica, hanno fatto visita nei reparti degli ospedali di Francavilla e Ostuni nel brindisino.  Ultimo aggiornamento: 14:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA