Taranto punta sulla mobilità sostenibile, bando da 400mila euro per il bike sharing

Giovedì 7 Ottobre 2021

Taranto accelera sulla mobilità sostenibile. Il servizio di bike sharing sarà infatti ulteriormente potenziato grazie a un bando di gara che, con una dotazione finanziaria di 420mila euro, l’amministrazione Melucci si appresta ad emanare; si tratta di un finanziamento acquisito partecipando a un bando del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno.

Il progetto

Il nuovo intervento per la mobilità ciclabile è stato deliberato nei giorni scorsi dalla giunta Melucci, su proposta di Paolo Castronovi, assessore all’Ambiente e alle Società Partecipate. La procedura di gara individuerà l’operatore cui affidare la realizzazione di otto stazioni da dieci posti ognuna, fornitura, installazione e manutenzione del servizio di biciclette pubbliche in condivisione, sia con modelli a pedalata assistita per favorire gli utenti meno in forma e anziani, sia con bici tradizionali a trazione muscolare.
Le otto nuove stazioni per il servizio di bike sharing, che può essere utilizzato attraverso app evitando l’uso dei contanti, saranno ubicate al piazzale Democrate, al Palamazzola, alla facoltà di Economia nel quartiere Salinella, alla stazione ferroviaria e al Palazzo delle Poste sul lungomare Vittorio Emanuele III, nonché nelle adiacenze di piazza Ramellini, di Piazza Sicilia e di piazza Lucania sul lato prospicente corso Italia.


«Con questo intervento l’amministrazione Melucci – ha commentato l’assessore Castronovi – va più che a raddoppiare la prima dotazione di 5 stazioni di bike sharing inaugurate all’inizio di quest’anno: il sindaco Rinaldo Melucci sta dando impulso allo sviluppo della mobilità ciclabile dei cittadini attraverso le nuove piste ciclabili e i servizi di bike sharing. Questa è una delle principali forme di mobilità sostenibile e green con cui l’Amministrazione Melucci intende limitare il traffico veicolare, soprattutto quello per raggiungere il centro della città dove si creano ingorghi per la strettoia del Ponte Girevole; per questo le nuove otto stazioni di bikesharing saranno ubicate strategicamente in posizioni limitrofe al centro: tutti, tarantini e forestieri, potranno arrivare in centro con la bicicletta evitando di usare l’automobile, non a caso alcune stazioni saranno ubicate nei parcheggi park&ride di Kyma Mobilità».
È una visione strategica che comprende tutte le forme di mobilità sostenibile, come il servizio di noleggio di monopattini e il rinnovo della flotta di Kyma Mobilità con nuovi autobus ibridi a basso impatto ambientale, un programma che si completerà con le nuove Brt destinate a rivoluzionare il concetto stesso di mobilità dei tarantini.

 

Ultimo aggiornamento: 11:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA