Azzannata dal rottweiler: muore dopo quattro giorni

Azzannata dal rottweiler: muore dopo quattro giorni
Ha resistito quattro giorni. Poi le ferite e le lesioni provocate dalle possenti zanne di quel rottweiler che l'ha assalita e azzannata l'hanno sopraffatta.
Si è spenta all'alba di ieri la sfortunata tarantina F.B., di 85 anni aggredita da quel grosso cane, di proprietà di un familiare, nel cortile della sua villetta di Lama.
L'anziana era ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santissima Annunziata dove era arrivata in condizioni gravissime nella tarda mattinata di giovedì scorso. A lanciare l'allarme alcuni operai che erano al lavoro nelle vicinanze. Le urla disperate della vittima avevano attirato l'attenzione di quella squadra di lavoratori che aveva chiesto l'intervento della Polizia. Al loro arrivo sul posto, gli agenti e i sanitari del 118 si erano trovati sotto gli occhi uno spettacolo orribile. La donna era riversa su se stessa in condizioni pietose nell'aiuola in cui il cane l'aveva trascinata dopo averla azzannata alla testa e alle braccia. L'animale, invece, con il pelo e il muso ancora sporco del sangue della malcapitata era tranquillamente in un angolo del cortile.
L'equipe di pronto intervento aveva trasportato la vittima all'ospedale Santissima Annunziata. E alla luce delle gravissime lacerazioni si era ritenuto di procedere con un delicato intervento chirurgico nel corso del quale alla donna era stato anche amputato il braccio sinistro. Nonostante gli sforzi dei medici, però, ieri mattina è giunto il tragico epilogo di un caso davvero sconcertante. La donna che non si è mai risvegliata dal coma farmacologico è spirata all'alba per la disperazione dei familiari. Drammatica, come si è detto, la dinamica dell'aggressione avvenuta in quel cortiletto. Il cane si è avventato sull'anziana all'improvviso e in maniera imprevedibile. Anche perchè la vittima era una figura familiare per l'animale, al quale la stessa donna non di rado dava da mangiare. Qualcosa, però, giovedì mattina ha scatenato la furia del grosso rottweiler che ha praticamente dilaniato la donna. Dopo l'aggressione il cane è stato recuperato dai veterinari della Asl, senza particolari problemi.
L'animale ora si trova nel canile dove resterà in osservazione per dieci giorni. Poi dovrebbe essere emessa una ordinanza per valutare le modalità di custodia di un animale sulla cui pericolosità non ci sono dubbi. Prima passi di una procedura che, in linea teorica, potrebbe concludersi anche con la decisione di abbattere il rottweiler. Mentre la posizione del suo proprietario è al vaglio degli agenti della Polizia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 2 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 17:33