Autovelox sulla strada ma il limite di velocità diventa un quiz

Su via De Gasperi cittadini disorientati dalle indicazioni difformi e che cambiano a distanza di pochi metri

Autovelox sulla strada ma il limite di velocità diventa un quiz
di Michele LILLO
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 25 Gennaio 2023, 08:23 - Ultimo aggiornamento: 08:24

Annunciato a dicembre, materializzatosi da pochi giorni, è arrivato a Martina Franca su via Alcide De Gasperi l'autovelox richiesto dal Comandante dei Carabinieri e da alcuni residenti della zona. Acquistato per 12mila euro dal Comando di Polizia Locale, il dispositivo sembra essere stato installato nei giorni scorsi. Il dubbio è legittimo in quanto lo stesso non appare montato in un box come per quelli già installati in Via Mottola e via Pergolo, ma tutte le attrezzature connesse sono attualmente in loco.

Sono proprio queste ad aver destato dubbi in alcuni cittadini che hanno segnalato a Quotidiano la stranezza di quanto attualmente sul posto. Nelle vicinanze del bivio per via Ostuni, infatti, è installato un rilevatore che segna la velocità delle auto in arrivo in tempo reale, riportando sul cartello il divieto di superare i 50 chilometri orari. Nulla di strano, anche perché questi dispositivi sono diffusi in molte città, se non fosse che continuando a percorrere la strada per alcune decine di metri, in direzione dell'ingresso del nuovo Comando, sono stati installati due limiti di velocità ulteriori. Il primo segna i 30 chilometri orari, il secondo 20, posto a pochi metri dall'ingresso del Comando, tutto questo con la quasi certezza che vi sia un dispositivo installato utile a rilevare la velocità e ad elevare multe nel caso in cui i limiti vengano superati.

I dubbi

Ma quale dei limiti? Questo il dubbio sollevato dai lettori che si chiedono come mai venga consigliato con il rilevamento automatico di non superare i 50 chilometri orari sul tratto ma poi, pochi metri dopo, venga indicato un limite di 30 o 20. Il dubbio, che certamente non corrisponderà al vero, è che si dia un messaggio precedente non preciso per poi multare in base al successivo limite che l'utente, però, vede solo (probabilmente) a foto già fatta. Un dubbio che solo la Polizia Locale potrà fugare ma resta l'utilità di limitare le velocità su un tratto molto frequentato da utenti che si recano dall'Arma ma anche al Presidio ospedaliero e alle attività commerciali presenti in zona e che devono fare i conti giornalmente con l'andatura pericolosa di molti mezzi che, approfittando dell'ottima visibilità e dei lavori di manutenzione stradale da poco terminati, percorrono la circonvallazione a velocità di crociera superiori rispetto a quel limite di sicurezza reale che bisognerebbe mantenere in punti simili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA