Picchiata e perseguitata dall'ex marito
lo denuncia e lo fa arrestare

Lunedì 30 Luglio 2018
Non lasciava in pace l'ex moglie e continuava a perseguitarla nonostante la loro relazione fosse terminata. Così la donna, terrorizzata, si è decisa a denunciarlo facendolo arrestare. I Carabinieri della Stazione di Taranto Nord hanno per questo dato esecuzione ad un’ordinanza di revoca della misura alternativa dell’affidamento in prova al servizio sociale e di contestuale ripristino della detenzione carceraria, emessa dal giudice del Tribunale di Taranto, nei confronti di un 42enne, pregiudicato, tarantino, residente nel capoluogo ionico, ritenuto responsabile del reato di atti persecutori. 
L’uomo, in più circostanze, avrebbe da tempo perseguitato e vessato la ex moglie, con lo scopo di riallacciare la vita coniugale, ingenerando in lei un fondato timore per la sua incolumità e per quella dei suoi congiunti. La donna infatti, il 18 luglio scorso, recatasi in caserma, in evidente stato di agitazione, raccontava ai militari che già da diverso tempo era vittima di minacce, attuate anche tramite sms telefonici, da parte del suo ex marito che, da quando si erano separati, non le dava tregua; aggiungeva inoltre che tali comportamenti erano culminati in aggressioni fisiche, l’ultima delle quali avvenuta all’uscita dal lavoro quando, dopo l’ennesimo tentativo di convincerla a riallacciare la relazione sentimentale, il suo ex marito l'aveva inseguita in auto per le vie del quartiere e, dopo averla bloccata, l'aveva picchiata. La donna, per via di quegli episodi, era tanto impaurita da non uscire più di casa.
L'uomo è stato arrestato e condotto in carcere.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA