“Ambiente svenduto”: «Liberti non favorì i Riva». Nuovo capitolo del processo sull'ex Ilva

Martedì 4 Maggio 2021
Una fase del dibattimento

«Non è vero che il professore Liberti favorì Ilva con la sua perizia. E non è vero che venne corrotto. Assurdo pensare che un professore si possa far corrompere con diecimila euro». Questa in estrema sintesi, la linea con la quale l’avvocato Carlo Raffo, in ben 9 ore di arringa in Corte di Assise di Taranto, ha difeso la posizione del professore travolto dall’inchiesta “Ambiente svenduto”, e per il quale i pm hanno chiesto la condanna a 17...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 20:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA