Aggredito per aver acquistato all'asta una villa, in carcere il suo persecutore

Il commissariato di Grottaglie
Il commissariato di Grottaglie
2 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Gennaio 2022, 13:59 - Ultimo aggiornamento: 17:15

Ha aggredito un conoscente con un forcone, dopo averlo picchiato. Solo l'ultima tappa di una vera e propria persecuzione verso la vittima diventata un bersaglio dopo aver acquistato all'asta la villa che un tempo era stata della famiglia dell'aggressore. Il grave episodio è avvenuto a Grottaglie in provincia di Taranto. Il responsabile del ferimento è stato arrestato e condotto in carcere dalla Polizia. Si tratta di un grottagliese di 54 anni che deve rispondere delle contestazioni di percosse, lesioni personali ed atti persecutori.

L'aggressione

L'aggressione con il forcone è avvenuto lo scorso 31 dicembre. La vittima, ferita e sanguinante, raccontò ai poliziotti che poco prima era stato assalito fisicamente e minacciato con un forcone dal 54enne che era fuggito alla vista dei poliziotti.

La persecuzione 

Il malcapitato, stando al suo racconto, sarebbe finito nel mirino di quell'uomo per  la “colpa” di aver acquistato all’asta, alcuni anni fa, una villa di proprietà del padre del 54enne. L’aggressore sarebbe stato ossessionato dalla convinzione che la perdita del bene di famiglia fosse dovuto esclusivamente all’ingerenza dell’attuale proprietario dell’abitazione e, pertanto, sin dal lontano 2014 avrebbe messo in atto una serie di atti intimidatori e richieste estorsive, culminate nell’aggressione di fine anno. Aggressione che lo ha fatto finire in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA