A Taranto chiusi i parchi dalle 18, stretta anche sul consumo di alimenti e bevande all'aperto

Venerdì 23 Ottobre 2020

Nuova stretta dopo l'allarme per l'aumento dei contagi a Taranto. Il sindaco Rinaldo
Melucci ha annunciato una nuova ordinanza, in vigore da domani al 13 novembre. Si tratta soprattutto di restrizioni orarie: la chiusura di parchi e giardini pubblici dalle 18 alle 6, la chiusura dalle 18 alle 5 di distributori automatici di bevande e alimenti, il divieto dalle 18 alle 5 del consumo di alimenti in aree pubbliche e il divieto h24 del consumo di bevande di qualsiasi gradazione alcolica nei medesimi luoghi, il divieto di svolgere spettacoli, eventi e attività
culturali in luoghi aperti, la costante sanificazione delle postazioni in cui sono ubicati distributori automatici e bancomat nonchè delle relative tastiere e pulsantiere, il
divieto di permanenza in pinete, spiagge, arenili e scogliere intesi come luoghi di aggregazione.
Rispetto a ieri nel capoluogo ionico si registrano 7 casi in più di positività al Covid (65 in tutta la provincia), che fanno salire il numero dei contagi a Taranto dall'inizio della
pandemia a 308, dei quali 98 guariti e 17 deceduti. L'Asl di Taranto intanto comunica che l'ospedale «Moscati» ospita 53 pazienti affetti da Covid, così distribuiti: 28 nel reparto Malattie Infettive; 5 nel reparto di Pneumologia; 16 nel Punto di Primo Intervento; 4 nel reparto di Rianimazione. Oggi si sono registrati due decessi: un uomo di 72 anni presso il reparto di Rianimazione e un uomo di 85 anni al Punto di Primo Intervento. Il Presidio Covid post acuzie di Mottola ospita ad oggi 16 pazienti post-Covid.

Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 10:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA