Djokovic a Roma? D'Amato concorda con Malagò: «Messaggio sbagliatissimo»

L'assessore alla Sanità della Regione Lazio sul suo profilo Facebook pubblica le parole di Giovanni Malagò e dichiara: "La legge è uguale per tutti"

Martedì 22 Febbraio 2022
Djokovic a Roma, D'Amato concorda con Malagò: «Messaggio sbagliatissimo»

La presenza di Novak Djokovic agli Internazionali di Tennis a Roma continua a far discutere. Anche l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, torna sulla vicenda della partecipazione del tennista serbo, commentando così le dichiarazioni della sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, secondo la quale, visto che il tennis è uno sport all'aperto, «il Green Pass non è strettamente richiesto».

 

Leggi anche > Nadal su Djokovic: «Vaccino o meno, sarebbe bello potesse tornare a giocare gli Slam»

 

 

Subito dopo le dichiarazioni di Valentina Vezzali, D'Amato ha dichiarato: «È triste un Paese che si dimostra debole con i forti e forte con i più deboli. Diventa difficile chiedere ai cittadini di rispettare le regole, mentre una star del tennis può permettersi di non farlo. Le regole valgono per tutti».

 

Ma non è finita qui. Sul suo profilo Facebook ha ripreso e condiviso le parole utilizzate da Giovanni Malagò, presidente del Coni, sul caso Djokovic. Malagò ha espresso il suo parere dichiarando: «Djokovic agli Internazionali di Roma sarebbe un messaggio sbagliatissimo». E D'amato concorda. 

 


«Sul caso #Djokovic - scrive D'Amato, a corredo del post - sono assolutamente d'accordo con il presidente del CONI, Giovanni Malagò. Diventa difficile chiedere ai cittadini di rispettare le regole, mentre una star del #tennis può permettersi di non farlo. Le regole valgono per tutti».

 

Gli Internazionali si svolgeranno al Foro Italico dal 2 al 15 maggio. Tra poco più di due mesi gli atleti scenderanno sulla terra rossa di Roma e, visti i tanti dissensi, ancora non è detto che Novak Djokovic sarà presente...

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA