Rio 2016, la piscina dei tuffi diventa verde. La Cagnotto: «Che schifo, sembra un lago!»

Rio 2016, la piscina dei tuffi diventa verde. La Cagnotto: «Che schifo, sembra un lago!»
di Emiliano Bernardini
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Agosto 2016, 16:44 - Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 08:52
Dal nostro inviato RIO DE JANEIRO - Non bastava il cielo grigio e la pioggia a rendere brutta la giornata dei tuffatori, ci si sono messi anche i filtri della piscina. Eh già perché all'improvviso l'acqua è diventata verde. Gli organizzatori si sono affrettati a spiegare che è tutto a posto e che non ci sono rischi per la salute degli atleti anche se non hanno saputo dare una spiegazione a quanto accaduto. «Devono stare tutti tranquilli riguardo al colore dell'acqua del Maria Lenk Aquatic Center. Abbiamo effettuato dei controlli appurando che non ci sono rischi per la salute».

Il tweet della Cagnotto rende bene l'idea #cheschifo #filtrirotti e poi il virgolettato: «Abbiamo provato anche l'ebbrezza di tuffarci in un lago oggi...». Il primo a denunciarlo è stato il tuffatore britannico Tom Daley, postando una foto delle due piscine accompagnata dal commento «Emmmm.... cos'è successo?!».



Secondo alcuni esperti potrebbe essere la mancanza di cloro ad aver provocato il proliferare di una microalga, come succede in genere quando la manutenzione non viene fatta correttamente. Stessa idea del
 capo delegazione canadese, Mitch Geller. Qualche dubbio è stato espresso anche dalle tuffatrici in gara: «Non ho mai visto nulla del genere ma siamo in Brasile, forse si è trattato di una sorta di artificio per rendere il tutto più carino», aggiunge ironizzando la messicana Paola Espinosa che assieme ad Alejandra Orozco ha chiuso la finale dei tuffi 10 metri sincro in sesta posizione.


Gli organizzatori si sono immediatamente attivati per sistemare il tutto. L'acqua da domani dovrebbe tornare azzurra.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA