Volley, la Puglia al centro della giornata storica: under 21 femminile vincente a Cerignola, Fanizza trionfa con i ragazzi

Volley, la Puglia al centro della giornata storica: under 21 femminile vincente a Cerignola, Fanizza trionfa con i ragazzi
4 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Luglio 2022, 07:51

Ieri, nella giornata storica del volley italiano, c'è stata tanta Puglia. Le ragazze dell'under 21 di Luca Pieragnoli hanno vinto a Cerignola, nell'Europeo disputato tra la città del foggiano e Andria. Con un pubblico caldissim, sempre protagonista. L'under 22 maschile, invece, regala al pugliese (di Francavilla Fontana) Vincenzo Fanizza l'ennesimo successo. 

Under 22 maschile, super Fanizza: un altro successo

L'Italia U22 maschile del tecnico pugliese Vincenzo Fanizza è campione d'Europa. Battuta la Francia in finale 3-1 in Polonia. E' la terza medaglia d'oro di giornata per le nazionali azzurre.

La vittoria di Cerignola

È un risveglio da campionesse d'Europa quello delle ragazze di Luca Pieragnoli che qualche ora fa a Cerignola hanno conquistato l'oro europeo U21 femminile a conclusione di una giornata che ha regalato alle nazionali azzurre ben quattro medaglie d'oro in giro per il mondo.
L’Italia U21 femminile di Luca Pieragnoli trionfa a Cerignola mettendosi al collo l’oro europeo dopo una splendida cavalcata fatta di sole vittorie, conclusa questa sera con la vittoria in finale con la Serbia per 3-2 (17-25, 25-17, 15-25, 25-19, 15-11).
Nella meravigliosa cornice del Pala Tatarella, col tutto esaurito tricolore, Bartolucci e compagne hanno avuto nuovamente la meglio sulla temutissima Serbia, già battuta nella fase a gironi, così come lo scorso anno nella finale mondiale di Rotterdam. L’Italia conquista quindi la prima storica edizione dell’Europeo di questa categoria nella calda e passionale Cerignola, che ha risposto presente così come la città di Andria, altra sede di questo Europeo per la fase a gironi.
A trascinare le azzurre al trionfo europeo la solita Omoruyi, in una vittoria ancora una volta merito dell’intero gruppo come sottolineato più volte in questa settimana dal tecnico toscano Pieragnoli. A salire sul terzo gradino del podio è invece la Turchia che nel pomeriggio ha battuto la Polonia al tiebreak.

L’Italia si mette al collo un’altra medaglia nella storica domenica della pallavolo azzurra, a coronare una giornata incredibile, fatta di altre tre medaglie d’oro, una in VNL e due europee U18M, U22M.
Il commento alla vittoria in VNL del pugliese Giuseppe Manfredi, Presidente della Federazione Italiana Pallavolo, risuona come un mettere in evidenza il momento importante del movimento pallavolistico: “Sono molto commosso per questo bellissimo trionfo – ha esultato il presidente della Fipav, Giuseppe Manfredi – perché questa squadra continua a farci sognare, anzi fa sognare tutta Italia. Sono felice per le ragazze, per lo staff che ha lavorato molto bene per ottenere un successo che non avevamo mai raggiunto. Questi trionfi sono sempre frutto di un grande lavoro sia dirigenziale che tecnico e per questo oltre a ringraziare staff e squadra, ringrazio anche il Consiglio Federale e tutta la nostra struttura tecnica che lavora ogni giorno per elevare il livello delle nostre nazionali. Spero che questi successi uniscano tutti il movimento per consentire alla federazione di lavorare nella giusta maniera per programmare un futuro ancor più radioso. Questa vittoria è dedicata a tutte le società e i dirigenti di quelle società piccole e grandi che quotidianamente lavorano per fare della pallavolo uno degli sport più vincenti dello sport italiano”.
L’indimenticabile giornata del PalaTatarella era iniziata con la pirotecnica “finalina” che ha premiato con la medaglia di bronzo la Turchia, salita sul terzo gradino del podio a discapito della Polonia, superata al 3-2 con parziali di 21-25, 25-23, 26-28, 25-21, 15-10.
Tra i premi individuali spiccano quelli riservati alle schiacciatrici azzurre Omoruyi (Mvp) e Cagnin, ed alla centrale Graziani. La miglior palleggiatrice della competizione è la serba Tisma, accompagnata dalla connazionale centrale Malesevic e dalla schiacciatrice Tica. A completare il dream team anche due atlete turche, il libero Guctekin e l’opposto Kurt.    
La serata si è conclusa con una grande festa, animata dai tifosi sugli spalti e dalle squadre in campo, avvolte orgogliosamente tra le proprie bandiere, tra sorrisi, abbracci e foto di gruppo. Tutti insieme per un’istantanea che appartiene già alla storia dello sport di Puglia e di tutta l’Italia.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA