Virtus Francavilla, il patron Magrì parla dopo la retrocessione: «Vado avanti, rilanciamo il progetto»

"Ci prepariamo a presentare la domanda di ripescaggio in serie C, in alternativa faremo di tutto per vincere il campionato"

Virtus Francavilla, il patron Magrì parla dopo la retrocessione: «Vado avanti, rilanciamo il progetto»
1 Minuto di Lettura
Sabato 1 Giugno 2024, 19:59 - Ultimo aggiornamento: 22:26
Non senza emozione Antonio Magrì, imprenditore e patron della Virtus Francavilla calcio, è tornato a parlare dopo la retrocessione in serie D della squadra biancazzurra al termine del playout di C perso contro il Monopoli. Al termine di una dettagliata e apprezzata conferenza stampa il numero uno della società biancazzurra è stato molto chiaro: «All’inizio ero molto sconfortato – il suo pensiero -. Avevo anche pensato di chiudere qui questa mia esperienza. Ma ora voglio iniziare un nuovo ciclo vincente perché questa città lo merita, lo meritano i tifosi, lo meritiamo noi. Non per il campionato fatto, perché siamo retrocessi meritatamente perché l’organico non era all’altezza. Ma lo meritiamo per aver fatto otto anni in serie C, investito sulle strutture, valorizzato i giovani. Oggi diversi giocatori nostri sono in serie A, uno in Nazionale, un altro ha fatto la finale di Conference League. Per prima cosa cercheremo il ripescaggio, ma al momento non abbiamo graduatorie o altre situazioni sulle quali ragionare. La settimana prossima avremo delle risposte. Infatti, le iscrizioni termineranno entro il 4 giugno. Altrimenti patiremo dalla serie D con l’obiettivo di allistire un organico in grado di poter vincere il campionato. Noi vogliamo tornare in serie C al più presto». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA