Il Lecce a Monza per riprendere la corsa alla vetta. Più di mille tifosi al seguito. La cronaca della partita

Il polacco Marcin Listkowski
Il polacco Marcin Listkowski
di Lino DE LORENZIS
3 Minuti di Lettura
Domenica 27 Febbraio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 15:06

Non c’è spazio per le recriminazioni, si torna già in campo per giocare una delle sfide più importanti dell’intera stagione. Reduce dall’inatteso passo falso di mercoledì al Via del Mare con la bestia nera Cittadella (tre vittorie e un pareggio è il bottino dei veneti nei quattro incontri disputati nel Salento), nel pomeriggio il Lecce di Marco Baroni andrà a caccia del riscatto nel confronto in programma all’U-Power Stadium contro i padroni di casa del Monza. Va detto subito che il fischio d’inizio slitterà alle ore 15.35. Questo perché il presidente della Figc, Gabriele Gravina, al fine di porre la dovuta attenzione alla grave situazione umanitaria in corso in Ucraina e ritenendo necessario inviare un unanime messaggio di pace, ha disposto di ritardare di cinque minuti l’inizio delle gare di tutte le competizioni in programma nel fine settimana in Italia. Poi, al fischio d’inizio, brianzoli e salentini faranno di tutto per superarsi considerata anche l’importanza della posta in palio. Il Lecce, oltre al desiderio di riscattare la sconfitta casalinga con il Cittadella, vuole difendere il vantaggio negli scontri diretti con il Monza acquisito al momento grazie al rotondo 3-0 dell’andata al Via del Mare, a coronamento di una delle migliori prestazioni stagionali fornite da capitan da Lucioni e compagni.

Bagarre in vetta

Monza e Lecce sanno bene che da qui in avanti bisognerà pigiare il piede sull’acceleratore e che ogni partita potrebbe riverlarsi determinante per il posizionamento finale. Anche perché nel frattempo le rivali continuano a far punti su tutti i campi. La Cremonese di Pecchia ad esempio con il successo conquistato ieri pomeriggio sul difficile campo della Ternana si è isolata in vetta alla classifica del torneo cadetto, davanti al Brescia di Pippo Inzaghi, costretto al pareggio da un Como che contro le big riesce sempre ad esaltarsi. Ne sa qualcosa pure il Lecce.

Alla sfida odierna in terra brianzola, la squadra giallorossa si presenta con qualche assenza importante. Non saranno del match Dermaku, Faragò e anche l’sterno d’attacco Di Mariano. Quest’ultimo, pur avendo scontato la squalifica, non è stato convocato in attesa di conoscere il parere del dottor Tavana sul recupero dall’infortunio muscolare che lo aveva condizionato negli ultimi tempi. Mister Baroni potrebbe proporre alcune novità in formazione rispetto alla gara di mercoledì scorso. In difesa Calabresi e Barreca questa volta dovrebbero riuscire a spuntarla rispettivamente su Gendrey e Gallo mentre a centrocampo il tecnico del Lecce dovrà decidere se riproporre Gargiulo, protagonista in negativo nelle ultime uscite ufficiali, oppure dare spazio ad uno tra l’islandese Helgason o lo svedese Bjorkengren, del quale in verità si sono perse le tracce dopo il primo tempo di Como. 

Monza giallorossa

Nel Monza assenti Brescianini, Ramirez, D’Alessandro e Marrone (al centro della difesa ci sarà l’eterno Paletta) mentre Carlos Augusto ha recuperato e con ogni probabilità sarà in campo dal primo minuto.
Il big-match sarà diretto dall’ex arbitro internazionale Doveri di Roma, uno dei direttori di gara di maggiore affidabilità. Per l’occasione, pienone all’U-Power Stadium grazie anche alla presenza di circa 1500 tifosi di fede giallorossa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA