Il Lecce aspetta l'esordio di Umtiti. Il tecnico Baroni tranquillizza tutti: "E' solo questione di tempo"

Samuel Umtiti in allenamento
Samuel Umtiti in allenamento
di Lino DE LORENZIS
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Settembre 2022, 05:00

Empoli in casa, poi Napoli e Torino in trasferta senza aver accumulato nemmeno un minuto in serie A con la maglia del Lecce. Dopo la caldissima accoglienza delle settimane scorse, prima all’aeroporto di Brindisi e successivamente anche allo stadio di Via del Mare, ora i tifosi leccesi attendono con trepidazione il debutto in Italia di Samuel Umtiti, il colpo più importante della campagna trasferimenti estiva del club di via Colonnello Costadura. Va detto subito che non c’è alcun mistero sulla disponibilità del campione del mondo francese solo che, come ha spiegato il tecnico Baroni, bisognerà aspettare che ci siano tutte le condizioni affinché Umtiti possa giocare e, come tutti si aspettano, fare la differenza. Perché, vale la pena ricordare, se sostenuto da una buona condizione psico-fisica, Samuel Umititi all’età di 28 anni è sicuramente il più forte difensore centrale della serie A.

«Conto molto di arrivare alla sosta (il campionato si fermerà il 25 settembre, subito dopo lagara di Salerno) e in quella fase avremo la possibilità di lavorare bene e con più calma - ha ribadito l’allenatore del Lecce nella sala stampa dello stadio Olimpico di Torino -. Io con Samuel ho parlato, lui sa bene qual è la situazione. Stiamo lavorando per aiutarlo a fare ciò che ha sempre fatto e posso garantire che il ragazzo fisicamente sta bene. In questo momento ha solo bisogno di trovare la migliore condizione». E non solo. Perché mister Baroni ha toccato poi un tasto molto delicato ma che è giusto tener presente: Umtiti, abituato a lottare per la vittoria del campionato, delle coppe europee o addirittura dell’Europeo e del Mondiale, nel Salento dovrà invece lottare per conquistare la salvezza. E per adattarsi alla nuova realtà ci sarà bisogno di tempo. «Devo essere sincero, Samuel ha già cominciato a farlo perché è un ragazzo molto intelligente - ha sottolineato Baroni -. Ha già capito il passaggio che dovrà fare per passare dal calcio che ha giocato fino all’altro ieri con il Barcellona a quello che lo sta aspettando nel campionato italiano e nello specifico nel Lecce. Quindi, stiamo cercando insieme di trovare questa miglior condizione che gli permetta poi di fare partite del suo livello».

© RIPRODUZIONE RISERVATA