Accordo totale con Asencio: contratto pluriennale per lo spagnolo. Meccariello alla Spal, Felici al Palermo

Martedì 4 Gennaio 2022 di Lino DE LORENZIS
Raul Asencio

Ora c’è anche l’accordo per l’arrivo alla corte di Marco Baroni del giovane attaccante Raul Asencio, 23 anni, di Villareal, fino a poche settimane fa in forza all’Alcorcon, club della seconda serie spagnola.
L’intesa tra le parti è stata raggiunta ieri al termine di una trattativa durata pochi giorni e portata avanti dal responsabile dell’area tecnica Pantaleo Corvino e dal direttore sportivo Stefano Trinchera per il Lecce e dall’agente Fifa Sandro Martone per Asencio. Il tentativo di inserirsi nella trattativa da parte del Cosenza, club nel quale l’attaccante ha vissuto una delle esperienze più importanti della carriera, ha rischiato di far saltare il trasferimento. I dirigenti del Lecce però hanno tenuto duro, agevolati anche dal forte desiderio del calciatore di tornare in Italia solo per un progetto ambizioso come, ad esempio, la promozione in serie A. Dinanzi a questa situazione il Cosenza è stato costretto a fare un passo indietro con grande soddisfazione di tutti. Asencio si trasferirà al Lecce a titolo definitivo sottoscrivendo un contratto pluriennale (pare fino al 2024). Il suo arrivo nel Salento è previsto per i prossimi giorni non appena il calciatore avrà messo a posto alcune faccende personali per le quali si rende necessaria la sua presenza in Spagna. Ovviamente, prima di mettersi a disposizione di mister Baroni e del suo staff il calciatore spagnolo si sottoporrà alle visite mediche di rito. «Ma sono in buone condizioni, del resto mi sono allenato fino al 21 dicembre scorso con l’Alcorcon», ha dichiarato in una recente intervista.

Arrivi e partenze

Con l’arrivo di Asencio il Lecce completa il reparto di attaccanti centrali. A questo punto, i responsabili del mercato del sodalizio di via Colonnello Costadura potranno concentrarsi sulle altre lacune da colmare per rendere omogeneo l’organico. Nel mirino di Corvino e Trinchera ci sono un esterno d’attacco e una mezz’ala. Queste sono le priorità, poi con ogni probabilità ci sarà da porre rimedio ad una partenza non voluta, quella di Biagio Meccariello, che costringerà il Lecce ad andare sul mercato per individuare un altro difensore centrale, in aggiunta ai vari Lucioni, Dermaku e Tuia. Quanto a Meccariello invece si può dare per scontato il suo trasferimento alla Spal. Il calciatore sannita, in scadenza di contratto, ha spinto per agevolare il suo trasferimento al club del presidente Tacopina, anche dinanzi alla ferma volontà del Lecce di mantenerlo in organico. Ma la voglia di giocare con maggiore continuità abbinata alla possibilità di sottoscrivere un contratto pluriennale, a cifre considerevoli, alla fine ha fatto la differenza. Per la gioia della Spal che a breve potrà contare su un elemento di sicuro affidamento.
Non solo Meccariello, il Lecce si appresta a salutare anche il giovane centrocampista offensivo Mattia Felici, classe 2001, tra i protagonisti lo scorso anno della promozione della Primavera nel massimo campionato di categoria. Reduce da un infortunio alla spalla che l’ha costretto a stare fermo per alcuni mesi, in questo momento della carriera Felici ha bisogno di giocare con continuità Per questo motivo, il Lecce ha deciso di lasciarlo partire ma solo con la formula del prestito secco. Andrà  quasi certamente al Palermo, lì dove due stagioni fa aveva centrato la promozione in serie C.


© RIPRODUZIONE RISERVATA