Lecce-Pordenone, oggi la decisione sulla riapertura della vendita dei biglietti. In migliaia in attesa della fumata bianca

I tifosi del Lecce
I tifosi del Lecce
di Tonio DE GIORGI
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Maggio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 07:15

Sarà la Questura di Lecce, presumibilmente nella mattinata di oggi, a decidere sull’aumento della capienza del Via del Mare per la sfida di venerdì contro il Pordenone. I dirigenti del club di via Colonnello Costadura, alla luce delle numerose richieste di biglietti ricevute dai tifosi leccesi, vorrebbero mettere a disposizione di quanti sono rimasti sprovvisti del tagliando d’ingresso i posti presenti nei settori dello stadio Via del Mare di solito inutilizzati o inibiti perché destinati ai sostenitori ospiti. Ricordiamo che solo il settore Ospiti ha una capienza di 1.075 posti.
La vendita, come è noto, in attesa delle determinazioni della Questura di Lecce, in costante contatto con i colleghi di Pordenone, al momento è sospesa. La comunicazione è arrivata lunedì pomeriggio, giorno in cui tutti avevano la possibilità di comprare il biglietto per Lecce-Pordenone dopo la prima fase riservata ai tifosi fedelizzati. Nel giro di poche ore i punti vendita autorizzati del circuito Vivaticket sono stati presi d’assalto facendo registrare lunghe code e attese estenuanti. Tutto questo fino a quando la società giallorossa ha comunicato la sospensione della vendita, nel frattempo giunta a quota 23.103 biglietti. Questo il dato rilevato dal sistema ticketing.
Come detto, i primi giorni della vendita sono stati riservati ai tifosi in possesso dell’US Lecce Program che hanno avuto anche la possibilità di usufruire dell’opzione “porta un amico”. Poi lunedì è stato dato il via alla vendita libera e nel volgere di poche ore i biglietti disponibili si sono volatilizzati. Stessa spiacevole sorpresa pure per chi ha cercato di acquistare on line il titolo d’ingresso. Così i social sono diventati uno sfogatoio del malcontento che in pochi minuti è arrivato sul tavolo dei responsabili dell’ufficio biglietteria della società leccese. Una notizia, tuttavia, attesa dalla dirigenza giallorossa costantemente informata della vendita dei giorni precedenti.

L'attesa dei supporter

A questo punto, a due giorni dalla sfida con il Pordenone, tantissimi tifosi sperano ancora di potersi accaparrare un tagliando per poter assistere alla partita che potrebbe valere la promozione in Serie A. A tal proposito, la società giallorossa ha invitato tutti i sostenitori ad avvalersi unicamente dei circuiti di vendita ufficiali abilitati (circuito Vivaticket) e a non utilizzare altre piattaforme non riconosciute (cd secondary ticketing).
In previsione della grande affluenza di pubblico, il Comune di Lecce e Sgm hanno programmato un servizio straordinario di trasporto pubblico: “Allo stadio in Bus”, un’iniziativa per consentire a tanti tifosi leccesi e salentini di raggiungere lo stadio lasciando l’auto a casa o parcheggiando in zone della città diverse dal quartiere Stadio, ridurre il traffico veicolare e il rischio di ingorghi. Sareanno disponibili asutobus con frequenza ogni 10 minuti che si dirigeranno verso lo stadio transitando dalle fermate Libertà-S. Elia, Imperatore Adriano-Gobetti, De Pietro, Porta Napoli, Porta Rudiae, Gallipoli Museo, Piazza Italia, Battisti. Il servizio sarà attivo da 3 ore prima dell’inizio della partita e nelle ore successive al termine dell’incontro. Il costo del biglietto è di 1 euro, 1,50 euro se si sceglie di farlo a bordo del mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA