Taranto, Pellegrino verso il Siena. Giove sonda le alternative: Dionisio in pole

Martedì 24 Maggio 2022 di Vito DI NOI

Il dado non è (ancora) tratto e affinché ciò avvenga potrebbero essere necessari diversi giorni: la questione ds, in casa Taranto, è tutt'altro che vicina alla definizione a causa della scelta, pressoché imminente, di Maurizio Pellegrino, di non accettare il triennale offertogli dal club rossoblù e di preferire Siena malgrado, in merito, non vi sia ancora l'ufficialità. I colpi di teatro, in sede di mercato, sono dietro l'angolo e, nel caso specifico, non è da escludere che il Taranto riesca a convincerlo in extremis, ma appare realmente complicato che l'ex Catania ci ripensi. Stessa percezione per la dirigenza ionica che, per non farsi cogliere impreparata, ha ricominciato a guardarsi attorno. Il campionato di serie D è terminato e, di riflesso, tra i nomi circolati sembrerebbe nuovamente in ascesa quello di Nicola Dionisio (foto: Simona Di Maria), profondo conoscitore del calcio professionistico avendo avuto esperienze importanti, tra le altre, a Cava de' Tirreni, Potenza e Avellino, ma reduce dal miracolo di Brindisi, laddove è riuscito a condurre alla salvezza diretta una compagine che, a metà febbraio, sembrava condannata alla retrocessione.

Di Toro e Pelliccioni: le alternative

Ora che la stagione è terminata anche per lui, non si escludono contatti più intensi tra le parti. Sempre meno probabile, invece, l'opzione Elio Di Toro: considerando il legame del ds con la famiglia Grieco. Diverso il discorso legato ad Alfio Pelliccioni, che piace ma al momento è impegnato ai playoff con il Catanzaro e soprattutto per lui c'è tanta concorrenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA