Taekwondo, bronzo europeo della foggiana Smiraglia

Taekwondo, bronzo europeo della foggiana Smiraglia
2 Minuti di Lettura
Sabato 4 Giugno 2022, 21:13

L'Italia del taekwondo può esultare: oggi al Foro Italico è arrivata la prima medaglia di sempre in un Grand Prix, e reca la firma di Maristella Smiraglia. L'atleta pugliese ha conquistato il bronzo nei +67 kg dopo un cammino quasi impeccabile. Ai sedicesimi di finale, Maristella supera la brasiliana Gabriele Siqueira, e poi, sempre in tre round, ha la meglio sulla turca Nafia Kus; ai quarti la ragazza di Foggia sfodera un capolavoro di tattica contro l'uzbeka Svetlana Osipova, battendola nella prima ripresa 7-3 e poi pareggiando in rimonta il secondo round 2-2. Si arriva alla semifinale: la prima ripresa è dominata da Lee, che chiude 6-1, ma la seconda vede l'azzurra andare vicinissima all'impresa, sostenuta dal boato del 'Pietrangelì. L'atleta dei Carabinieri si porta anche sul 4-2 ma poi subisce i precisissimi calci di Lee, vincente per 8-6. Maristella, reduce dall'argento conquistato allo scorso Swedish Open, si conferma in un grande stato di forma. La giornata non era partita bene per i colori azzurri: nei -67 kg Cristina Gaspa si arrende in due round alla messicana Leslie Soltero, che dopo una prima ripresa più equilibrata (2-5), dilaga della seconda (0-7).

Gli atri atleti

Sempre ai sedicesimi di finale si interrompe il cammino di Natalia D'Angelo: l'avezzana, categoria +67 kg, viene sconfitta sul filo di lana dalla marocchina Sabah Koutbi. Il primo round è dell'azzurro, che però perde il secondo e pareggia il terzo, risultato che premia la Koutbi. Anche Laura Giacomini, pure lei +67 kg esce ai sedicesimi (contro la polacca Aleksandra Kowalczuk, in due riprese). Arriva fino agli ottavi di finale, invece, l'unico azzurro impegnato oggi: il 26enne Roberto Botta (+80 kg) vince i sedicesimi contro il cinese di Taipei Meng-en Lee con un match appassionante, in cui parte fortissimo (primo round 10-5), poi subisce l'assalto rivale e pareggia il round finale 6-6, ma mettendo a segno tecniche più avanzate che gli valgono il passaggio del turno. Però l'avversario successivo è troppo per Botta: il macedone Dejan Georgievsky, argento alle ultime Olimpiadi, porta l'incontro al terzo round, dove prevale 5-3.

© RIPRODUZIONE RISERVATA